CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 88 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Pratiche notarili e catastali quesito del 19-08-12
Domanda  Salve,la domanda è, qual'è la procedura per registrare un partito politico in tempi brevi, ed i costi di attivazione . Grazie Federico
Risposta  La costituzione italiana riconosce esplicitamente il ruolo dei partiti politici mediante la disposizione di cui all’art. 49: “tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere in modo democratico a determinare la politica nazionale” entro i limiti del rispetto dell’ordine pubblico e del non perseguimento di finalitĂ  fasciste. La formazione dei partiti, dunque, è libera. Dal punto di vista giuridico, i partiti politici sono organizzazioni private che si configurano come associazioni non riconosciute e godono quindi di un’ampia libertĂ  di azione che è prevista dal codice civile per queste associazioni. Sono, in altri termini, “associazioni di fatto”, secondo gli artt. 36 e 38 c.c., e non persone giuridiche e pertanto non sono sottoposti ai controlli statali che il codice civile prevede per tali enti. Come le associazione riconosciute, però, prendono vita dall’accordo degli associati il quale si manifesta nel contratto di associazione, cioè nell’atto costitutivo. E’ questo un contratto per il quale la legge non prevede alcuna formalitĂ . La forma scritta è indispensabile ogni qualvolta vengano apportati all’associazione beni immobili in proprietĂ  o in godimento. Evidente è che al fine di evitare in futuro possibili contestazioni riguardo il contenuto dell’accordo e in particolare sugli impegni delle parti, è opportuno che l’atto costitutivo venga fatto per iscritto, affidandosi ad un notaio per la stesura del contratto e dello statuto che regolerĂ  la vita dell’associazione.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Pratiche notarili e catastali quesito del 17-07-11
Domanda  Nell'anno 2000 ho costruito su terreno agricolo di 3500 mq. di mia proprietĂ  (prima era di mia nonna e poi di mia mamma) una stalla per ricovero di 2 cavalli ed un ripostiglio per un totale di circa 150 mq., accatastati poi regolarmente come c/2 e c/6.
L'ho potuto fare con regolare licenza edilizia perché il ragazzo col quale allora convivevo era coltivatore diretto ed ho affittato a lui il terreno con regolare contratto di affitto. Dopo 10 anni ci siamo lasciati ed abbiamo rescisso consensualmente il contratto d'affitto. Mi sono rimasti i 2 cavalli. Io lavoro come impiegata dipendente in una ditta. Questo edificio a che titolo posso tenerlo? Posso riconvertirne una parte in un monolocale in cui possa abitarci, ovviamente dopo averlo dotato di tutto quello che un regolamento edilizio prevede?
Grazie e cordiali saluti
Risposta  Buongiorno a Lei, mi pare che sia una domanda piĂą da notaio.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Pratiche notarili e catastali quesito del 30-01-11
Domanda  Buongiorno,
ho comprato a metŕ con mia madre un appartamento; successivamente la metŕ di mia madre č stata acquistata dal mio compagno. E' possibile che uno dei due possa vendere la sua parte a terzi senza che l'altro ne sia al corrente? grazie
Risposta  Risposta affermativa.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Pratiche notarili e catastali quesito del 28-01-11
Domanda  Il mio nome č Giuseppe, vivo con la mia famiglia da venti anni in un appartamento cedutomi in locazione di circa 100 mq. Morta la proprietaria, i nipoti hanno ereditato il pacchetto di beni immobili. Avendo esternato la volontŕ di acquistarlo, e ricevendo sempre risposte evasive, ho ritenuto opportuno effettuare delle ricerche e a sorpresa ho la certezza di aver abitato un appartamento sconosciuto al catasto. La domanda č: in che modo gli eredi possono acquisire l'ěmmobile e riportarlo in successione insieme a tutti gli altri beni immobili, per poi disporre dell'eventuale vendita? grazie giuseppe
Risposta  Gli eredi dovranno essere in grado di identificare catastalmente l'immobile nella dichiarazione di successione. E' possibile regolarizzare la posizione entro il prossimo 31 marzo 2011 dando incarico a un tecnico abilitato.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Pratiche notarili e catastali quesito del 06-01-11
Domanda  egr.sign.notaio:
ho acquistato un terreno fabbricabile diversi anni fa',oggi vorrei chiedere un mutuo per costruzione di prima casa,solo che ho bisogno di allineare il terreno confinante col mio con conseguente acquisto di 15 metri quadri circa .Volevo sapere se e' valido uno scritto privato fra' le due parti o se e' neccessario un atto notarile per la richiesta del mutuo?se son obbligato a fare l'atto notarile ,i costi variano in base al metraggio?grazie per le informazioni,cordiali saluti;
marco
Risposta  E' necessario l'atto notarile, le imposte si calcolano sul valore del terreno.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Pratiche notarili e catastali quesito del 23-11-10
Domanda  Premetto che non so a chi rivolgere il mio quesito (avvocato, notaio, agente immobiliare?) quindi mi rimetto alla vostra esperienza in materia.
Mi č stato proposto in acquisto un immobile in zona Pigneto accatastato c/2 per cui č stato chiesto il condono per la trasformazione in abitazione nel 2005. Tale immobile ha un garage di pertinenza, con accesso da una corte comune ad altre abitazioni, che perň non risulta accatastato in alcun modo (non compare nemmeno sulla pianta). L'attuale proprietario ne ha annesso una parte all'appartamento (con apertura di una porta dalla camera da letto) trasformandolo in cabina armadio, ma non l'ha incluso nel condono.
Chiedo: si puň vendere un immobile non accatastato, come risulta essere il garage in questione, anche se di pertinenza all'appartamento? Come si determina la proprietŕ se non č accatastato?
Volendo utilizzare tutto lo spazio a disposizione nel garage per farne un angolo studio, quali rischi corro?
E' possibile che una richiesta di condono fatta nel 2005 ancora non abbia avuto esito? Che succede se non viene accolta? Posso comunque acquistare l'immobile e tutelarmi in tal senso? E come?
Risposta 
In caso di acquisto di un immobile per il quale sia ancora in essere il procedimento per il rilascio del condono edilizio, che risulti avere difformitŕ rispetto alla istanza di concessione in sanatoria espone il suo acquirente al rischio derivante dalla violazione delle norme in materia urbanistica, tra cui, in astratto, rientra anche il potere dell’ente pubblico di demolizione dell’abuso non condonato.

Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Geom. Oreste Terracciano
Studio Filippo Scaffai & Partners
Property Global Service s.r.l
Centrosě S.r.l.
Avella massimiliano
Avvocato Rossella Ceccarini
Laura Maria Rachele Salvetti
Studio Notarile Grumetto
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet