CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 163 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Agenzie immobiliari quesito del 25-02-13
Domanda  gentile avvocato
il mio caso e' un po' diverso...ho visto una casa un anno e mezzo fa con un'agenzia e adesso e' in mano ad un'altra agenzia ad un prezzo parecchio piu' basso.
con la seconda agenzia ho avuto solo contatti telefonici e ho detto che la casa l'ho gia' vista con un altro. adesso vorrei comprare quella casa.
cosa devo fare??
a quale delle due agenzie devo rivolgermi??
Grazie avvocato.
Risposta  Buongiorno a Lei,
purtroppo mi č stato comunicato solo oggi il Suo quesito.
La regola č che entrambe le agenzie hanno diritto a una percentuale variabile della provvigione, a seconda dell'impegno profuso.
Il nostro studio redige pareri e instaura controversie a tariffe agevolate per gli utenti di clubcasa.it
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialitŕ
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554 - 3406719669
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 25-02-13
Domanda  egregio signo avvocato,
io ho visitato una casa un anno e mezzo fa con un'agenzia e adesso ho scoeprto che ce l'ha in incarico un'altra agenzia del luogo.
ho avuto contatti solo telefonici con la seconda agenzia e vorrei sapere adesso che vorrei comprare quella casa con un prezzo + basso di parecchio a quale delle due agenzie dovrei rivolgermi per non avere storie poi con la provvigione.
grazie avvocato.
grazie.
Risposta  Buongiorno a Lei,
purtroppo mi č stato comunicato solo oggi il Suo quesito.
La regola č che Lei contatti entrambe le agenzie, concordando per iscritto la percentuale dovuta.
Se Le occorre ancora la risposta sono a disposizione.
Il nostro studio redige pareri e instaura controversie a tariffe agevolate per gli utenti di clubcasa.it
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialitŕ
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554 - 3406719669
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 25-02-13
Domanda  casa visitata con un'agenzia un anno e mezzo fa e adesso in incarico ad un prezzo molto + basso ad un'altra agenzia.
per non avere storie con la provvigione perche vorrei finalmente comprarla a quali delle due agenzie devo rivolgermi??
grazie avvocato
Risposta  Buongiorno a Lei,
purtroppo mi č stato comunicato solo oggi il Suo quesito.
Deve contattare entrambe le agenzie, e stabilire un accordo scritto di percentuale con entrambe per le provvigioni.
Il nostro studio redige pareri e instaura controversie a tariffe agevolate per gli utenti di clubcasa.it
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialitŕ
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554 - 3406719669
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 29-10-12
Domanda  Gentile avvocato,
io e la mia fidanzata abbiamo visionato una casa con l'agenzia A, tale agenzia mi ha fatto firmare un foglio per la "privacy", solo io ho firmato il foglio. Alcuni giorni dopo abbiamo visto la stessa casa con l'agenzia B. Abbiamo deciso di effettuare una proposta d'acquisto tramite B per vari motivi. La proposta è stata fatta esclusivamente dalla mia ragazza. Mi chiedo può la prima agenzia chiederci le provvigioni?

Grazie
Risposta  Buongiorno a Lei, sě, con assoluta certezza l'Agenzia A puň chiederVi una percentuale proporzionale all'attivitŕ svolta.
Il nostro studio redige pareri e instaura controversie a tariffe agevolate per gli utenti di clubcasa.it
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialitŕ
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554 - 3406719669
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/

Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 11-09-12
Domanda  Salve avvocato, a gennaio di quest'anno ho dato mandato all'agenzia immobiliare per la vendita del mio appartamento con provvigigone 0 ma dopo sei mesi nulla di fatto e non ho rinnovato. Agli inizi di settembre è venuto da me un ragazzo interessato all'immobile ma privatamente e mi ha detto che suo padre in precedenza aveva visionato l'appartamento con l'agenzia ma non gli era piaciuto anche perchè cercava il secondo bagno quindi ha firmato il modulo dell'agenzia per presa visione appunto dell'appartamento e non si è fatto dare una copia ne l'agenzia gli ha rilasciato copia.
Domande.
1) Il ragazzo deve passare sempre dall'agenzia visto e considerato che abita con il padre e che hanno lo stesso cognome?
29 Il padre deve comunque informare e pagare l'intera provviggione all'angezia anche se il mandato era scaduto e comunque sono due persone diverse?
Grazie mille e buon lavoro.
Risposta  Cass. civ., sez. III, 11-04-2003, n. 5762.
Il diritto del mediatore alla provvigione sorge tutte le volte in cui la conclusione dell’affare sia in rapporto causale con l’attività intermediatrice, essendo sufficiente che il mediatore abbia messo in relazione tra loro acquirente e venditore, in modo che la conclusione dell’affare possa ricollegarsi all’opera da lui svolta, anche se la conclusione è avvenuta dopo la scadenza dell’incarico, senza che le determinazioni interne di una delle parti possano essere ritenute idonee ad incidere sul nesso causale. Nella specie, la suprema corte ha confermato la sentenza di merito che aveva riconosciuto il diritto alla provvigione all’agenzia immobiliare, il cui incaricato aveva fatto visitare l’immobile, tra gli altri, a persona che, successivamente e dopo la scadenza del mandato all’agenzia, si era determinata ad acquistare contattando direttamente il venditore. Dunque, considerato il precedente rapporto tra il padre del ragazzo che intende acquistare l’immobile e l’agenzia immobiliare, con la quale aveva firmato il modulo “per presa visione dell’immobile”, può dirsi che sussiste quel nesso di causalità di cui sopra. La misura della provvigione e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna parte, in mancanza di patto, di tariffe professionali o di usi, sono determinate dal giudice secondo equità (art.1755 c.c.); se l’affare non si è concluso, all’agenzia spetta quantomeno il rimborso delle spese nei confronti della persona per incarico della quale sono state eseguite (art. 1756 c.c.).
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 17-07-12
Domanda  Sottoscrivo una proposta irrevocabile d'acquisto per un immobile che viene accettata senza invio di comunicazioni scritte ma solo facendomi vedere la firma per accettazione dei venditori. Io non controfirmo per presa visione. Detto ciò il giorno del preliminare il notaio mi domanda se sono a conoscenza del fatto che , a differenza di quanto scritto nella proposta d'acquisto, l'immobile è gravato da pignoramento. Io non lo sapevo. E' ben scritto nella proposta che l'immobile è gravato da ipoteca giudiziale. E' altresì scritto nella proposta che l'immobile è in regola in termini urbanistici , che l'immobile è provvisto di dia in sanatoria e invece il notaio non può fare l'atto perchè al giorno fissato per il preliminare (data ultima utile) manca la dia in sanatoria. Dunque trascorre il termine ultimo previsto nella proposta per la stipula del preliminare senza che sia possibile fare l''atto. Inoltre non voglio comprare un immobile pignorato, io ho fatto una proposta per un immobile con un'ipoteca giudiziale (scritto chiaramente nella prposta controfirmata da venditori e mediatore) e ora il mediatore, incurante del fatto di aver fornito informazioni scorrette sullo stato di fatto e diritto dell'immobile, chiede lap provvigione e i venditori si sono dati nel nulla (detengono l'assegno di proposta di 5 mila euro che io ho però fatto revocare nella mia filiale) Come mi tutelo?
Risposta  La proposta di acquisto vincola il proponente quando ha conoscenza dell’accettazione dell’altra parte, secondo la disposizione di cui all’art. 1326 c.c. Il mancato invio da parte dell’agenzia immobiliare della comunicazione scritta non comporta nullitĂ  della proposta e dell’accettazione in quanto mediante la presa visione della firma dei venditori, l’acquirente ha avuto conoscenza dell’accettazione, infatti si è recato presso il notaio per la stipula del contratto preliminare. Per potersi tutelare in tale situazione, considerato che si tratta di un immobile gravato da pignoramento si potrebbe pensare alla soluzione di corrispondere il prezzo dell’immobile anzichĂ© nelle mani dei venditori, in quelle del creditore pignorante in modo tale da ottenere la liberazione dell’immobile dai vincoli derivanti dal pignoramento e comprarlo libero da qualsivoglia diritto altrui.
Quanto al diritto alla provvigione del mediatore, la parte tenuta a tale pagamento, potrà sottrarsi a tale adempimento solo qualora possa dimostrare una responsabilità del mediatore ai sensi dell’art. 1759 c.c, il quale tra l’altro non è tenuto ad effettuare specifiche indagini tecnico-giuridiche. ( Cass. Civ. n.822 del 2006). Secondo tale disposizione deve essere rispettato un generale e reciproco obbligo di buona fede che si concreta nel dovere del mediatore di fornire tutte le informazioni di cui egli sia a conoscenza, in mancanza delle quali una parte non avrebbe concluso il contratto o l’avrebbe concluso a condizioni diverse ( Cass. Civ. n. 5777 del 15 marzo 2006). Solo in tal caso,la parte tenuta al pagamento della provvigione, secondo i principi di cui all’art. 1218 c.c., potrà far valere l’inadempimento del mediatore rispetto a tali obblighi e sottrarsi al pagamento della stessa provvigione.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Laura Maria Rachele Salvetti
Studio Notarile Grumetto
Avella massimiliano
Property Global Service s.r.l
Centrosě S.r.l.
Geom. Oreste Terracciano
Avvocato Rossella Ceccarini
Studio Filippo Scaffai & Partners
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet