CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 163 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Agenzie immobiliari quesito del 19-04-11
Domanda  Buongiorno avvocato,
le illustro la mia situazione: qualche giorno fa, io e il mio compagno siamo andati a visionare un appartamento con un agente immobiliare dopo averlo visto su internet.

Una volta entrati nell'appartemento scopriamo di conoscere i propritari e ci mettiamo in contatto per evenutalmente effettuare una trattativa privata.
I proprietari della casa non hanno firmato nessun mandato con l'agente.
Quindi ne noi ne loro abbiamo firmato nulla.
L'unica elemento è la mia mail al sito con su scritto che ero interessata all'acquisto e due sue chiamate telefoniche il giorno dopo l'appuntamento.
Prima di poter trattare con loro pero' vorrei un parere sulla possibilità che l'agente possa in un futuro chiederci la provvigione o farci causa.
grazie mille
Risposta  Buongiorno a Lei, l'agente ha con certezz diritto alla provvigione anche in assenza di un mandato scritto. basta che Vi abbia accompagnati a visionare l'immobile.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 26-03-11
Domanda  buongiorno ,sono a esporle un problema nato a seguito di una proposta di acquisto immobile . il 14/12/2010 ho firmato una proposta di acquisto che prevedeva una scadenza dei termini per il preliminare entro il 31/01/2011 ed il rogito entro il 30/04/2011. dopo che il venditore ha accettato la proposta l'agenzia immobiliare ha preteso il compenso per la mediazione ed inoltre ha incassato l'importo di euro 10000,00 che era stato prefissato quale caparra confirmatoria a favore del venditore . Somme comunque da me pagate !! il 17/01/2011 ho avvertito l'agenzia di un problema su quest'immobile rilevato dal perito della banca incaricata per il mutuo ; il problema consiste nella mancanza di documentazione inerente il frazionamento dell'immobile fatto nel 1984 e dopo aver effettuato controlli al comune l'agenzia mi ha detto che non risulta nessuna sanatoria per il frazionamento e che si sarebbero attivati per la soluzione del problema .consultatomi con il perito della banca lo stesso mi indicava che il problema poteva essere risolto solo inserendo la domanda di condono edilizio in una già aperta in precedenza sull'immobile in questione per un soppalco, cosa che si sarebbe potuta risolvere in poco tempo . questo accadeva a fine gennaio . abbiamo prima prolungato il termine al 28/02/2011 e poi il 25/02/2011 ho mandato una raccomandata dove indicavo quale termine ultimo per la concessione edilizia in sanatoria il 31/03/2011.
vista l'approssimarsi della scadenza ,tenuto conto che l'agenzia immobiliare mi chiede di prorogare i termini poichè il cliente è in via di definizione , posso recedere dalla proposta visto che non abbiamo nemmeno fatto un preliminare e ritirare i miei soldi senza pagare la mediazione dell'agenzia ?
cordiali saluti
Risposta 
Occorre verificare il contenuto della proposta irrevocabile di acquisto per verificarne l’effettiva portata; in ogni caso, il decorso del termine ultimo già più volte rinviato determina la stessa caducazione della proposta di acquisto con obbligo del venditore alla restituzione delle somme incamerate.
Quanto all’Agenzia, la richiesta di restituzione è ammissibile in considerazione del mancato buon fine dell’affare ma in caso di contestazione è necessario dimostrare in causa che l'agenzia sia responsabile per la mancata verifica dei titoli di provenienza
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 11-02-11
Domanda  buonasera sono una cittadina molto confusa, abito nella mia villetta da 16 anni, ho richiesto un mutuo, e mi hanno richiesto, ovviamente, la documentazione necessaria, tra queste, l'abitabilità o agibilità della casa. E' vero che per ottenere questo certificato, che deve già esistere da quando esiste la villa, ossia dal 1981/82, devo pagare circa 200€? non sono troppe? Ma cosi' dice il geometra. Lei cosa ne pensa? Grazie anticipatamente e buon lavoro
Risposta  Il conferimento dell’incarico vincola esclusivamente il soggetto che lo sottoscrive.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 01-02-11
Domanda  Salve sono proprietario di un immobile in Roma che sto vendendo, ho firmato per 6 mesi solo un'autorizzazione a pubblicizzare il mio immobile e senza esclusiva ad un agenzia di fronte casa, specificando per iscritto il diritto per l agenzia a ricevere la provv. del 1% da parte mia qualora la casa sia venduta grazie a loro. L'agenzia immobiliare mi ha detto che io sono comunque libero di cercare ed eventualmente trovare un'acquirente ed in tal caso nulla sarebbe a loro dovuto, sono stati corretti? Le parole "volano"e la realtà a volte è diversa...
Ho appreso recentemente che sarebbe interessato all'acquisto un inquilino del mio palazzo il quale, logicamente vorrebbe fare il tutto privatamente per evitare i costi dell'agenzia...Corro il rischio di dover ugualmente pagare l'1% all'agenzia anche se l'cquirente l'ho trovato io? O corre il rischio di dovere pagare qualcosa il futuro acquirente anche se con l'agenzia non c'entra nulla? Presumo di no.Grazie e buon lavoro.
Risposta 
Il conferimento dell’incarico senza esclusiva di certo permette la vendita diretta da parte del proprietario di casa; tuttavia l’aver conferito incarico per la pubblicità rende applicabile l’art. 1756 c.c. il quale prevede la possibilità per il mediatore di richiedere il rimborso delle spese sostenute.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 23-01-11
Domanda  Io ho firmato una proposta per comprare un immobile con una agenzia immobilire.Il venditore non ha dato l'esclusiva all'agenzia e non la vuole più vendere con loro, ma la vuole vendere privatamente con me. come mi devo comportare? Esiste un tempo tecnico dopo aver firmato una proposta ttramite agenti immobiliari contrattare direttamente con il venditore senza aver ripercussione economiche dell'agenzia? Grazie
Risposta  L'agente immobiliare ha un anno di tempo per richiedere il pagamento delle provvigioni dal momento del rogito.
Buongiorno a Lei,
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it

Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agenzie immobiliari quesito del 14-01-11
Domanda  Una filiale di una nota Agenzia Immobiliare, mi ha proposto l'aquisto di un immobile già venduto al proponente ed attuale proprietario in "vendita in blocco ai sensi della Legge Nr 410/2001" in data 23/07/2007, proponendomi altresì di stilare la proposta "oggi", il preliminare a "sei mesi" ed il rogito ad "un anno e mezzo", in modo da "eludere" il comma 14 dell'art 3 della citata normativa.
E' giusto tale ragionamento o comunque l'atto di rogito risulterebbe nullo, in quanto "accordato" prima dei previsti cinque anni?
Risposta  Purtroppo tale prassi è invalsa nel sistema delle compravendite immobiliari sul presupposto che il contratto preliminare non ha effetti reali, ossia non dispone il trasferimento della proprietà ma vincola solo le parti a tale ultimo risultato.
Ne consegue, pertanto, che il contratto preliminare non sarebbe affetto da nullità al pari di un contratto di vendita stipulato prima del decorso del termine previsto dalla normativa richiamata nel quesito stesso.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Laura Maria Rachele Salvetti
Geom. Oreste Terracciano
Studio Filippo Scaffai & Partners
Avvocato Rossella Ceccarini
Centrosì S.r.l.
Avella massimiliano
Avv. Patrizia Beltrami
Property Global Service s.r.l
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet