CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 350 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Agevolazioni prima casa quesito del 29-09-10
Domanda  Gentili Avvocati,
e'possibile per una banca concedere un finanziamento privati per impianto fotovoltaico a persone che abitano in comodato d'uso in ville intestate ad una societa' di cui rivestono rispettivamente la carica di amministratore e socio?
Quali sonoi rischi che si assumerebbe la banca?
in altri termini e' doveroso concedere finanziamenti solo a chi e'proprietario di un bene o anche ad un comodatario?
Grazie, Vi prego di inviarmi risposta urgente.
Stefania Scarnati
Risposta  Buongiorno a Lei, è una domanda da rivolgere ad un commercialista.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agevolazioni prima casa quesito del 22-09-10
Domanda  BUONGIORNO,
ho venduto la mia prima casa a febbraio 2010, mi hanno detto che entro un'anno devo aquistare un'altro immobile e quindi andare al rogito, chiedevo devo anche spostare la residenza nel nuovo immobile x nn dovere dare indietro allo stato i soldi degli interessi di qui ho usufruito?. lo chiedo perche alcuni mi dicono che basta riaquistare e dopo ci sono 12 o 18 mesi x portare la residenza, altri mi dicono che entro un anno devo aquistare e anche trasferire la residenza.
grazie mille in anticipo

saluti
terenzio
Risposta  L'art. 7 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 attribuisce un credito d'imposta fino a concorrenza dell’imposta di registro o dell'IVA corrisposta in relazione al precedente acquisto che abbia fruito dell'agevolazione "prima casa".
Il riconoscimento di tale credito d'imposta è a favore di coloro che acquistano "entro un anno dall'alienazione dell'immobile per il quale si è fruito dell'aliquota agevolata ai fini dell'imposta di registro e dell'imposta sul valore aggiunto per la prima casa, un'altra abitazione non di lusso, da destinare a propria abitazione principale", qualora non risieda già nel comune dove è situato l'immobile oggetto dell'acquisto, deve altresì impegnarsi a stabilire la residenza entro 18 mesi.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agevolazioni prima casa quesito del 14-09-10
Domanda  salve io acquistato per 52,000,00 euro il 30/07/2003 un immobile e l'ho utilizzato come prima casa -poi l'ho rivenduto il 31/01/2007 a 186,000,00 pero' non ho riacquistato nessun immobile nell'arco dell'anno successivo (2008) anche per gravi problemi di salute. ora sto acquistando un'altro immobile volevo sapere cosa devo fare visto che io non ho restituito la differenza d'imposta vecchia e non mi e' arrivata nessuna cartella ? grazie
Risposta 
Qualora non sia stato riacquistato alcun immobile, si corre il rischio che l’Agenzia delle Entrate accerti la decadenza dal beneficio c.d. prima casa e sottoponga a tassazione il reddito percepito nell’operazione di rivendita dell’immobile.

Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agevolazioni prima casa quesito del 08-09-10
Domanda  salve. ho un appartamento che per me è prima casa. vorrei venderlo ad un costruttore usandolo come permuta per un'appartamento nuovo. Posso mantenere i benefici prima casa visto che cedo il mio unico appartamento per un altro? Posso usufruire del credito d'imposta derivante dal fatto che riacquisto un appartamento entro un anno dalla vendita del mio? Come si concretizzerebbe l'atto notarile? vendita e successivo acquisto con virtuale esborso di denaro? O posso fare un atto che prevede la permuta? e in questo caso posso avere tutte le agevolazioni della prima casa? GRAZIE....
Risposta  Nel caso di specie, la permuta è considerata come operazione disgiunta, cioè cessione dell’abitazione dal privato all’impresa (soggetta ad imposta di registro pari al 7% e alle imposte ipotecarie e catastali pari al 3%), e separata cessione dell’abitazione dall’impresa al privato (soggetta all’Iva del 4% in presenza dei requisiti prima casa di cui all’articolo 1, Tariffa, nota II-bis, Dpr 131/86: residenza nel comune, non possesso nel comune di altra abitazione e in Italia anche di porzione di abitazione acquistata con le agevolazioni). Se la permuta prevede la cessione dell’abitazione nuova entro un anno dal trasferimento della vecchia, si applica il credito di imposta per il riacquisto della prima casa di cui all’articolo 1 della legge 448/98 pari all’Iva pagata sul primo acquisto. Il credito vale anche per le permute e in tal caso si recupera solo in sede di presentazione della dichiarazione dei redditi (circolari 19/E/2001 e 38/E/2005) (Fonte: Il Sole 24 Ore).
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agevolazioni prima casa quesito del 25-07-10
Domanda  Essendo titolare per donazione di immobile non idoneo al mio nucleo familiare in comunione dei beni, posso usufruire delle agevolazioni prima casa per l’acquisto nello stesso comune di residenza dell’immobile donato?
Risposta  l'agevolazione "prima casa" può essere ottenuta anche da chi già sia proprietario, nel medesimo Comune, di un altro alloggio non idoneo, per dimensioni e caratteristiche, a sopperire ai bisogni abitativi dell'acquirente. È quanto stabilito dalla Cassazione nell'ordinanza n. 100/2010, depositata l'8 gennaio 2010, che dovrebbe rappresentare, a meno che non si tratti di un clamoroso abbaglio, un'evoluzione epocale nell'interpretazione della normativa sull'agevolazione per l'acquisto della prima casa.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Agevolazioni prima casa quesito del 24-04-10
Domanda  Sto per acquistare un immobile di edilizia agevolata da un privato che dopo i 5 anni stabiliti per legge può vendermela. Per procedere con l'acquisto, devo essere necessariamente essere residente nel comune dove si trova la casa o non è necessario, come se si trattasse un immobile qualunque?
Grazie mille
Risposta  Dovrà essere acquisita la residenza nello stesso comune in cui si trova il bene compravenduto, qualora ci si voglia avvalere della c.d. agevolazione prima casa, necessaria a ridurre sensibilmente la tassa di registrazione dell’atto di compravendita.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Avvocato Rossella Ceccarini
Studio Filippo Scaffai & Partners
Laura Maria Rachele Salvetti
Studio Notarile Grumetto
Centrosì S.r.l.
Geom. Oreste Terracciano
Property Global Service s.r.l
Avella massimiliano
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet