CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 207 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Comodato d'uso quesito del 21-07-11
Domanda  Mia figlia è proprietaria a suo nome di un appartamento, come prima casa, nella quale andrà a convivere con il suo compagno. Ella, per ora, non ha alcun reddito in quanto ancora non lavora, perché sta terminando gli studi universitari. La normativa sulla detrazione del 36% ai fini Irpef per le spese di ristrutturazione che dovranno essere fatte in questo appartamento, conferma che potrà farne richiesta il suo convivente. Per poter fare questo, però, necessita, come indicatoci dall'Agenzia delle Entrate, che mia figlia faccia un contratto di comodato d'uso gratuito al suo convivente, prima di iniziare i lavori, specificando che convivono nello stesso appartamento e che lei resta la proprietaria. Chiedo se è possibile avere una bozza di contratto e un suggerimento su come scrivere correttamente le specifiche sopra indicate. Ringrazio e saluto.
Risposta  Buongiorno a Lei, per contratti di questo tipo occorre un appuntamento presso lo studio. Mi contatti pure al 3406719669.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 04-05-11
Domanda  buongiorno dunque ho un contratto di comodato di un immobile dove svolgo lavoro di custode sul comodato dice il godimento dell'immobile è personale del comodatario nonnchè di consentire l'uso a chi chessia,la mia domanda è ma io non posso ospitare una amica gratis io vivo non nell' immobile.grazie anticipatamente buongiorno
Risposta  Buongiorno a Lei, in Sua assenza Lei non può ospitare nessuno a titolo di sub-comodato.

Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 09-03-11
Domanda  Mio padre che ha in comodato d'uso gratuito la mia casa, è partito per un periodo di molto lungo, senza diremi nulla e senza darmi la possibilità di accedere nell'appartamento. Nella casa sono conservati oggetti di mia proprietà dei quali nn posso usufruire. Sua moglie quali diritti ha sulla mia casa? lei pensa di disporne a suo piacimento.........................ospitando altre persone. In caso di decesso di mio padre lei può rifiutarsi di lasciare la casa? la ringrazio anticipatamente.
Risposta  Finchè non venga revocato il contratto di comodato, il beneficiario di tale immobile ed i famigliari con lui conviventi possono usufruirne.
In caso di decesso del comodatario, il contratto si risolve ed i soggetti ancora presenti nell’immobile in assenza di legittimazione a detenere l’immobile devono rilasciarlo.
In assenza di spontaneo adempimento a tale obbligo è necessario il ricorso all’autorità giudiziaria.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 03-02-11
Domanda  nel 1980, io e mia moglie, su insistenza della sua mamma (mia suocera) decidemmo di coabitare con i miei suoceri, realizzando "ex novo" un appartamento nel piano superiore di un villino di loro proprietà. Purtroppo i rapporti miei e di mia moglie con i suoi con i genitori si sono presto deteriorati e ciò ha comportato atteggiamenti rigidi. In questi giorni abbiamo scoperto che loro hanno registrato un contratto di comodato gratuito. Poichè è nostra intenzione rivendicare l'appartamento in proprietà per usucapione (sono passati più di 30 anni e, pur non avendo più le fatture per i lavori realizzati, abbiamo i contratti Enel e Telecom e il pagamento della immondizia), questo comodato d'uso può aver interrotto i termini? Tale contratto doveva essere comunicato (ed accettato) anche da noi? Grazie per la cortese attenzione. Guido Renni
Risposta 
La vicenda merita miglior indagine; ma in linea generale si può tranquillamente affermare che il contratto di comodato, poiché appunto contratto, necessita per il suo perfezionamento di una approvazione da parte dei soggetti contraenti.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 31-01-11
Domanda  ho un contratto di comodato fatto 10 mesi fa non l ho registrato . anche se non lo registro posso prenderci la residenza .
Risposta 
La richiesta di residenza deve essere indirizzata al Comune ed è relativa a far accertare il luogo in cui la parte interessata risiede stabilmente. L’eventuale omissione della registrazione, pur sanzionabile, non può escludere il diritto della persona a far accertare la propria residenza stabile
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 28-01-11
Domanda  Desidero esporre un caso di comodato a favore di mio fratello:posso fare il comodato registrato per 4 anni?Se dovessi morire entro i 4 anni il contratto vale
o cessa con la mia morte?Sono 85enne,invalido al 100%
e temo nudo proprietario possa vietare l'ingresso nella
abitazione a mio fratello per il ritiro deo mie oggetti
personali.In attesa di un riscontro porgo distinti saluti.
Risposta  Se prima della scadenza del contratto il comodante muore, i suoi eredi subentrano nell’obbligo contrattuale, assunto dal proprio dante causa, di consentire al comodatario di continuare il godimento del bene concesso in comodato fino al termine stabilito (Cassazione, 6 ottobre 1998, n. 9909).

Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Laura Maria Rachele Salvetti
Centrosì S.r.l.
Avvocato Rossella Ceccarini
Avella massimiliano
Avv. Patrizia Beltrami
Studio Filippo Scaffai & Partners
Studio Notarile Grumetto
Property Global Service s.r.l
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet