CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 207 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Comodato d'uso quesito del 07-06-10
Domanda  Ho 2 zii anziani (86 e 84 anni) che iniziano ad avere problemi di salute, nel loro stabile si è da poco liberato un piccolo appartamento che la zia vorrebbe acquistare e poi dare ad uso gratutio (facendo pagare solo le spese) ad una coppia di cingalesi copia di cui assumerebbe come badante part-time la moglie. Il fatto è che essendo anziani intesterebbero lo stesso direttamente all'unico figlio che un domani sarà comunque l'erede di tutti i loro averi. La zia vorrebbe sapere se è possibile fare un contratto ad uso gratuito come appartamento del figlio, dato che la badante invece l'assumerebbe a nome suo. Il figlio non è del parere in quanto pare che un amministratore di condomionio ha riferito che ci sono problematiche future. Credo che l'opinione di un legale sia comunque più attendibile. Vi ringrazio.
Risposta  Se il figlio fa un comodato d'uso e lo registra non c'è alcun problema nel futuro perchè lo può richiedere quando lo ritiene più opportuno.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 31-05-10
Domanda  Ho ceduto un appartemento a Roma a mia figlia di anni 21 con comodato d'uso gratuito registrato all'ufficio del registro il 04.01.2010, per mia figlia è la prima ed unica casa. Vorrei sapere se l'ici 2010 devo pagarla. Vi ringrazio per la vostra gentilezza.
Distinti saluti. Michele
Risposta  L’agevolazione dell’esenzione dal pagamento dell’ICI per la prima casa è applicabile anche nel caso di abitazione data in uso gratuito a parenti e affini fino al secondo grado che vi risiedano anagraficamente e che la usino come abitazione principale (Guida ICI Com. Roma 2010).

Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 09-03-10
Domanda  Vorrei sapere a quali rischi sarei esposta ospitando una persona in un appartamento di mia proprietà qualora egli omettesse di versare l'assegno di mantenimento all'ex coniuge.Tutti i beni mobili dell'appartamento a me intestato sono di mia esclusiva prorprietà, ma come posso dimostrarlo?Ringrazio anticipatamente e saluto m.C.Rajani
Risposta 
Nel caso in cui il futuro debitore trasferisca la residenza presso l’abitazione di proprietà di altro soggetto, c’è il rischio che l’Ufficiale Giudiziario possa assoggettare i beni rinvenuti nell’immobile a pignoramento. Tuttavia, l’unico modo per evitare tale incresciosa situazione è quella di conservare la prova documentale degli acquisti eseguiti per – eventualmente – proporre opposizione all’esecuzione intrapresa.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 08-03-10
Domanda  Viviamo in una casa con un contratto di comodato d'uso gratuito che scade ad aprile. I proprietari di questa casa ci hanno detto prima di natale che devono vendere l'immobile, e ci avevano dato come termine gennaio 2011. Ora che hanno dato l'immobile ad un'agenzia immobiliare, questa li ha convinti che se ci siamo noi dentro non venderanno facilmente l'immobile e ci hanno detto che a fine contratto dobbiamo lasciare l'immobile. Noi sapendo di avere un anno di tempo abbiamo scelto di acquistare un'immobile, ma per aprile non riusciremo a concludere la nostra compravendita. Noi vogliamo lasciare l'immobile, ma secondo i termini che avevamo stabilito in precedenza. Abbiamo un bimbo di 3 anni e io sono incinta e partorirò a giugno. Vorrei sapere se e in che modi possono pretendere che noi lasciamo libero l'immobile. Grazie per la cortesia.
Risposta  Nel caso di specie, l’immobile va rilasciato alla data indicata nel contratto atteso che ai sensi dell’art. 1809 c.c. il comodatario è tenuto alla restituzione alla scadenza del termine pattuito. Tuttavia, va precisato che per ottenere il rilascio forzoso dell’immobile, il comodante dovrà porre in essere una procedura giudiziaria. Sarebbe, quindi, auspicabile trovare un accordo con i proprietari onde concordare un differimento a fronte del rilascio spontaneo dell’immobile.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 09-02-10
Domanda  Salve,ho una situazione un po' spinosa che vorrei riuscire a risolvere, per questo avrei bisogno di un chiarimento riguardante la legge che regola i rapporti di comodato d'uso...La mia famiglia si è da poco trasferita in un appartamento, firmando un comodato d'uso gratuito,( con pagamento mensile a nero) ;appena entrati i miei genitori hanno dovuto affrontare tutte le spese necessarie a rendere l'abitazione abitabile ( pulizia profonda delle mura,piastrelle,montaggio sanitari,cucina,...); nonchè tutte quelle inerenti al montaggio del contatore dell'acqua, del gas e della corrente, oltre ai successivi allacci ...L'appartamento presenta come unica fonte di riscaldamento un camino,posto nell'anticucina, che però non fornisce alcun calore nelle altre stanze.Ora i proprietari dell'immobile, sull'eventuale spesa per un sistema riscaldante rifiutano di collaborare e di venirci incontro ...Vorrei sapere se il comodato d'uso prevede che l'immobile sia dato in condizioni abitative complete o se siano a carico di chi utilizza l'abitazione; eventualmente quali devono essere le condizioni abitative?I miei genitori hanno la facoltà di pretendere dai proprietari la risoluzione del problema di riscaldamento della casa? Nell'eventualità che si decida di lasciare l'abitazione si puo' avere la restituzione delle spese affrontate fino ad ora, che non solo hanno reso l'abitazione vivibile ma ne hanno aumentato fortemente il valore? Ringrazio anticipatamente per la pazienza!
Risposta  Premesso che nel caso di specie si verte in tema di contratto di locazione simulato, è bene precisare che il contratto di comodato prevede che al comodatario siano rimborsate le spese straordinarie sostenute per la conservazione della cosa, solo se queste erano necessarie ed urgenti.
Non ha titolo, invece, per richiedere le spese necessarie per servirsi della cosa.
Ovviamente, del tutto diverse sono le norme in tema di locazione che, invece, impongono al locatore di consegnare all’inquilino un bene che sia utilizzabile per le finalità contrattualmente pattuite.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 05-02-10
Domanda  Salve,
un amico vorrebbe cedermi in comodato d'uso un piccolo appartamentino.E' neccessario fare un comodato d'uso gratuito scritto, con relativa registrazione, oppure possiamo optare per un comodato d'uso gratuito verbale?
Se optasssimo per un comodato d'uso gratuito verbale, potrei passare le utenze a mio nome e trasferire la residenza?
Grazie per l'attenzione
Paola
Risposta  I contratti relativi ad immobili è sempre meglio farli per iscritto.
Con un comodato verbale non si possono intestare le utenze. Occorre sempre il permesso scritto del proprietario.
Tenga presente che un contratto avanti al nostro studio gode delle tariffe agevolate per gli utenti di Club Casa.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it

Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Avvocato Rossella Ceccarini
Avella massimiliano
Centrosì S.r.l.
Studio Filippo Scaffai & Partners
Avv. Patrizia Beltrami
Property Global Service s.r.l
Geom. Oreste Terracciano
Laura Maria Rachele Salvetti
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet