CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 207 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina prec 6 7 8 9 10 succ
  Comodato d'uso quesito del 28-01-10
Domanda  Buonasera..

approffitto ancora della vostra competenza e gentilezza per sottoporvi il seguente quesito:

in un contratto "verbale" di comodato d'uso di un immobile la data certa di inzio del rapporto comodatario-comodante si può far risalire alla data di comunicazione obbligatoria alle autorità di PS di " cessione fabbricato ".

Grazie mille per l'attenzione
Cordiali Saluti
PS
E' possibile avere qualche vostro recapito in zona per un incontro nei vostri studi.Grazie di nuovo

Risposta  La cessione di fabbricato, ritualmente comunicata alla Autorità di P.S. può costituire un valido indizio per presumere la data di inizio del contratto verbale di comodato. Tuttavia, la certezza ad ogni effetto di legge di tale data può ottenersi esclusivamente con l’apposita registrazione del contratto presso la competente Agenzia delle Entrate.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 28-01-10
Domanda  Buongiorno..
vorrei dare in comodato gratuito ad un mio collega una stanza dell'appartamento in cui risiedo.
Confido nella vostra gentilezza per un aiuto sui seguenti punti:
1)Per la cessione di fabbricato ,poichè la legge parla di "uso esclusivo di un fabbricato o parte di esso" quell' " esclusivo " si riferisce ,nel mio caso, SOLO all'uso della stanza che cederei non al fabbricato in genere quindi posso continuare a risiedere nell'appartamento senza problemi giusto ?
2)Nel modulo di cessione fabbricato per le autorità di PS sembra però che si stia cedendo TUTTO il fabbricato.. non è chiaro se si puo' o si "deve" specificare che si cede una sola stanza...cosa bisogna dichiarare?
3)E' normale quindi nel sudetto modulo dichiarare che si "cede" il fabbricato e mantenere li ' la RESIDENZA ?
4)Intendo avvalermi della possibilità di contratto di comodato gratuito non scritto..sono comunque tutelato per la restituzione del bene ?

Grazie infinite per l'attenzione
Cordiali saluti
Risposta 
L’obbligo di comunicare la cessione del fabbricato deve essere adempiuto nel termine di 48 ore dalla messa a disposizione del locale. Nel modulo predisposto dall’Autorità di P.S. sarà sufficiente indicare il numero di vani ceduti, trattandosi di cessione parziale.
La finalità è quella di comunicare all’Autorità di P.S. gli occupanti di un dato immobile; quindi, nulla osta a che il comodante continui a dimorare nell’immobile.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 23-01-10
Domanda  navigando su internet ho trovato questo indirizzo @ per avere maggiori informazioni sul comodato d'uso.
Il mio problema è questo:
Io sono l'unica proprietaria di una casa indipendente dove sopra abito io con la mia famiglia e sotto ormai solo più mio padre con una rumena.
Io vorrei mandarli via, visto i cattivi rapporti che ho con loro, come devo procedere?
Ho letto che posso mandare una lettera di recesso del comodato d'uso, scrivendo una data in cui devono lasciare l'appartamento, ma se la mando per esempio oggi 11/01/10 che data posso mettere se voglio mandarli via il prima possibile?
E in caso non andassero via entro la data prestabilita, cosa devo fare?
Risposta  Qualora sia stato stipulato un contratto di comodato senza determinazione di durata e senza che tale durata si possa ricavare dalla destinazione d’uso del bene, l’art. 1810 c.c. prevede che il proprietario possa richiedere la restituzione in qualsiasi momento. Diversamente, è necessario che il comodante indichi una ragione sopravvenuta che giustifichi la necessità della ripresa in possesso dell’immobile in questione.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 21-01-10
Domanda  Salve,
la mia fidanzata abita in un appartamento con un contratto in comodato d'uso. Il proprietario percepisce un affitto su questo immobile(nemmeno poco) e ovviamente si fa pagare in nero presentandosi a casa per riscuotere i soldi a mano. Siccome questa persona non si sta comportando bene per vari motivi, volevo sapere se potevo denunciarla visto che evade non so quanti soldi avendo molti appartamenti.
Grazie
Risposta  Buongiorno a Lei.La cosa migliore è inviare una lettera di messa in mora da parte di un avvocato se la Sua fidanzata ha testimoni o traccia del fatto che ha consegnato i soldi al Suo locatore.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
Cordialità
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail lsalvet@tin.it

Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 29-12-09
Domanda  Sono nudo proprietario di una casa, usufruttuaria è mia mamma la quale abita altrove e non esercita di fatto l'usufrutto. Se affittassi l'abitazione, potrei stipulare un contratto di affitto, con il consenso di mia madre usufruttuaria, e quindi godere dei canoni e comprenderli nella mia dichiarazione dei
Risposta  Lei potrà concedere in locazione l'immobile solo a seguito di un contratto di comodato che lo autorizzi in tal senso. I redditi da locazione dovranno essere comunque dichiarati dall'usufruttuario indipendentemente da chi percepisca effettivamente i canoni.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Comodato d'uso quesito del 10-12-09
Domanda  Volendo fare un contratto in comodato d'uso gratuito in forma verbale ad un mio amico per il mio appartamento, vorrei chiederLe se potrò interrompere il suddetto contratto e in che modo.
Come potrò riprendere possesso del mio appartamento?
Grazie, distinti saluti.
Risposta 
Il contratto di comodato può essere stipulato con determinazione di durata o senza previsione di un termine finale. Nel primo caso, qualora, sopraggiunga un bisogno urgente ed imprevedibile, il comodante potrà richiedere in qualsiasi momento la restituzione di quanto concesso. Nel secondo caso, invece, il comodatario è tenuto alla restituzione a semplice richiesta del comodante.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina prec 6 7 8 9 10 succ
ESPERTI
Property Global Service s.r.l
Geom. Oreste Terracciano
Studio Filippo Scaffai & Partners
Laura Maria Rachele Salvetti
Studio Notarile Grumetto
Centrosì S.r.l.
Avv. Patrizia Beltrami
Avella massimiliano
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet