CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 294 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Compravendita quesito del 12-04-12
Domanda  Quanto tempo ho a disposizione, dopo aver rogitato, per effettuere il cambio di residenza?
Grazie
Risposta  Buongiorno a Lei, non c'è un termine di legge specifico. Occorre essere senza dubbio tempestivi.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Compravendita quesito del 10-04-12
Domanda  Vorrei acquistare una casa ad edilizia agevolata di una coop. edilizia per il quale sarebbe necessario predisporre una convenzione ad personam fra venditori e Comune per superare i vincoli relativi al prezzo di cessione. Il Comune però non ha deliberato nulla in merito, e d'altro canto i professionisti contattati non conoscono la normativa di riferimento per intanto stabilire il prezzo di cessione, e verificare se lo svincolo quindi è realmente necessario oppure no. E' possibile che in simili condizioni non sia possibile acquistare l'appartamento? Grazie
Risposta  I sistemi burocratici in Italia sono abnormi, questo è uno di quelli.
Saluti
Geom. Oreste Terracciano      contatta Geom. Oreste Terracciano contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Compravendita quesito del 02-02-12
Domanda  Buongiorno, nel 2008 ho acquistato un appartamento in un edificio di nuova costruzione, di cui non è stato rilasciato il permesso di abitabilitĂ  in quanto il costruttore nel 2007 aveva si presentato la richiesta di tale certificato in comune, senza allegare però i documenti richiesti dalle disposizioni di legge in materia edilizia, quali cpi,certificato di collaudo ed altri.
Il rogito riporta la seguente voce: "la parte venditrice si impegna a sua cura e spese gli eventuali lavori necessari per il rilascio dell'abitabilitĂ , rilascio di cui si fa garante".
Nel frattempo il costruttore è sparito, pertanto io in assemblea ho proposto di incaricare un tecnico che provveda a risolvere tale problema pagando naturalmente noi tutte le relative spese (non essendoci alternative), ma gli altri condomini non sono d'accordo perchè non vogliono pagare, e per tale ragione l'amministratore avrebbe archiviato il problema.
A questo punto Vi chiedo un consiglio su come dovrei agire per potere ottenere tali documenti, di cui io pretenderei assolutamente di esserne in possesso, rammentando che il costruttore è sparito.
Ringrazio per la cortese risposta. Codiali saluti.
Risposta  Buongiorno a Lei, ovviamente Lei ha il diritto di richiedere i documenti per l'abitabilitĂ  in quanto proprietario e fare tutte le richieste burocratiche del caso. Resta il problema del risarcimento dei danni, a carico del costruttore. Le posso consigliare di fare un'indagine sulla reale aggredibilitĂ  di tale soggetto, che Lei afferma essere sparito, ma che potrebbe essere ancora reperibile. Il nostro studio si occupa anche di questo tipo di ricerche.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Compravendita quesito del 01-12-11
Domanda  ho comprato da mio papa la sua casa nel 2003,lui beneficia dell usofrutto,volevo sapere se la casa si puo vendere.
ringrazio anticipatamente
SIG. PIO
Risposta  Buongiorno a Lei, certamente la casa si può vendere in quanto il nudo proprietario è titolare del diritto di vendita. Ovviamente nella vendita verrĂ  tenuto conto per quanto riguarda la valutazione dell'esistenza del diritto di usufrutto, e quindi il valore della casa verrĂ  ridotto proporzionalmente.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail laura.salvetti@avvocatimilanotusasalvetti.it
http://www.avvocatimilanotusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Compravendita quesito del 28-10-11
Domanda  Salve , le spiego la mia situazione. Ho fatto la proposta di acquisto di una casa dando ai proprietari la quota di 10.000 euro con scadenza 31 dicembre 2011, la proposta è stata accettata. Volevamo procedere facendo il compromesso ma è sorto un problema dovuto alla mancanza della planimetria dell'immobile al catasto cosicchè l’architetto dei proprietari ci ha spiegato che ci sarebbero voluti altri 15 giorni per la costruzione da parte sua di una nuova planimetria, ho aspettato ma purtroppo è sorto un ulteriore problema.
Le riporto lo scritto che mi ha inviato l'architetto:
RELAZIONE TECNICA PRELIMINARE

DESCRIZIONE CATASTALE
…Al rogito definitivo sarà necessario presentare nuova planimetria catastale in quanto smarrita dall’Agenzia del Territorio oltre alla correzione Toponomastica sul certificato catastale.

CONFORMITĂ  URBANISTICA ( EX LEGGE 47/85)
Il sottoscritto precisa che per l’unità immobiliare in oggetto, sono state riscontrate difformità eseguite in corso di costruzione (nell’anno 1956 circa), consistenti in modifiche di prospetto e aumento della volumetria, pertanto sarà necessaria la presentazione di Accertamento di Conformità in Sanatoria per la regolarizzazione di tali difformità, la tempistica per l’ottenimento del provvedimento definitivo sarà di circa 1 anno.

Avrei bisogno di un parere da un esperto essendo completamente privo di conoscenze in materia. E' grave e di natura anche strutturale il problema riportato nello scritto sopra citato? Secondo lei quanto tempo ci vorrĂ  realmente per fare la sanatoria e poter acquistare l'immobile? Mi trovo tra l'altro in una situazione di grave urgenza avendo disdetto l'affitto della casa in cui abito adesso. Mi conviene aspettare che l'immobile sia vendibile o farmi restituire 20.000 euro e cominciare a cercare un'altra casa?

Ringrazio tantissimo per l'attenzione.
Risposta  Buongiorno a Lei, data la gravitĂ  della dichiarazione, di cui Lei non era al corrente al momento del versamento della caparra ( è confirmatoria? nel qual caso ha diritto alla restituzione del doppio), Lei ha il diritto di recesso con conseguente restituzione della somma versata ( come Le dicevo, se è confirmatoria anche del doppio).
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail laura.salvetti@avvocatimilanotusasalvetti.it
http://www.avvocatimilanotusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Compravendita quesito del 08-10-11
Domanda  buonasera, sto acquistando casa e ho giĂ  svolto il secondo ed ultimo sopralluogo. Durante il sopralluogo non abbiamo però avuto modo di misurare uno dei 2 box e abbiamo avuto modo di vederlo senza l'ausilio di illuminazione essendo la costruzione nuova e ancora priva di elettricitĂ . Nei giorni successivi ho chiesto di avere le misure esatte del box o comunque che mi venisse consentito un ultimo sopralluogo ma non mi è stato permesso avendo giĂ  firmato e approvato il verbale. ho diritto di verificare comunque le misure del box nonostante non abbia sollevato il problema in fase di redazione del verbale di sopralluogo ? Posso bloccare e con che rischi il rogito, che ormai dovrĂ  essere redatto a momenti, in attesa che venga fatta chiarezza ?
ringrazio e rimango in attesa di gentile riscontro.
Risposta  Buongiorno a Lei, può scrivere una lettera raccomandata o mail nella quale fa presente che non Le è stato concesso di prendere le misure e che desidera effettuare tale misurazione. Non Le consiglio di bloccare il rogito perchè incorrerebbe nella perdita della caparra confirmatoria.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail laura.salvetti@avvocatimilanotusasalvetti.it
http://www.avvocatimilanotusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Centrosě S.r.l.
Avvocato Rossella Ceccarini
Property Global Service s.r.l
Studio Notarile Grumetto
Geom. Oreste Terracciano
Laura Maria Rachele Salvetti
Studio Filippo Scaffai & Partners
Avella massimiliano
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet