CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 175 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Controversie legali quesito del 08-06-12
Domanda  Il mio vicino di casa ha trasformato la copertura del tetto in coppi in lastrico solare dotato di parapetto e scala di servizio che dal secondo piano accede al tetto,aggiudicandosì così una piena servitĂą di veduta sul mio cortile privato;specifico che la sua casa è adiacente al mio cortile e il muro è comune.Cosa devo fare e quanto tempo ho per fare ricorso,dal momento che per motivi personali sono un po' in ritardo?
grazie 1000 per la risposta.
Risposta  Buongiorno a Lei, il termine per contestazione di nuova opera o di spoglio o riduzione del possesso è di un anno dal termine dei lavori effettuati dal vicino. Il nostro studio redige pareri e instaura controversie a tariffe agevolate per gli utenti di clubcasa.it
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554 - 3406719669
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Controversie legali quesito del 03-06-12
Domanda  ho comprato metĂ  casa dall'ex marito della mia compagna, ora dopo otto anni ci siamo lasciati, cosa posso fare per poter rivendere questa metĂ  casa ?
Risposta  Buongiorno a Lei, se non riesce ad accordarsi in via stragiudiziale, purtroppo l'unica strada è quella della richiesta giudiziaria di divisione immobiliare. Il nostro studio redige pareri e instaura controversie a tariffe agevolate per gli utenti di clubcasa.it
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554 - 3406719669
e-mail segreteria@studiolegaletusasalvetti.it
http://www.studiolegaletusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Controversie legali quesito del 07-01-12
Domanda  salve,
sono vedova da quatro anni con due minorenne ,la casa dove vivo è intestata al mio marito.
mio marito ha 3 figlie magioreni.
abbiamo scoperto che mio marito non ha pagato 37.000euro di tasse .
la mia paura e che la casa sia ipotecata
non sono sicura di niente.
vorrei sapere cosa devo fare?e anche il fatto che ci sono minorenne.
grazie
Risposta  Buongiorno a Lei,
deve verificare le ipoteche iscritte e poi contattare un avvocato per vedere cosa è possibile fare.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail laura.salvetti@avvocatimilanotusasalvetti.it
http://www.avvocatimilanotusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Controversie legali quesito del 05-01-12
Domanda  Vorrei sapere il DM 1.2.86 in part. l'art 7 che impone una distanza di 1,5 mt tra le vetture parcheggiate in giardini condominiali e i muri perimetrali del palazzo è riconosciuta tale ed accettata con esito favorevole in sedi giudiziali. Il dubbio nasce dall'ambiguitĂ  del testo della norma che alcuni hanno interesse a riferire ad autorimesse e non a corti condominiali.
Grazie e saluti
rinaldo
Risposta  Occorre verificare che detto decreto è stato emanato principalmente per indicare i “criteri di sicurezza (…) nei luoghi destinati alla sosta, al ricovero, all’esposizione e alla riparazione di autoveicoli”.
Ciò premesso, quindi, è plausibile che un’interpretazione estensiva della norma possa far ricomprende anche le corti condominiali finalizzate a tale scopo
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Controversie legali quesito del 03-01-12
Domanda  salve mio padre è morto a marzo e ho accettato l'ereditĂ . Aveva in corso 2 cause civili verso un immobiliare e un privato che ha rinunciato a comprare la nostra casa. La causa con l'immobiliare è stata chiusa per decesso mentre l'altra causa è stata riaperta verso gli eredi. 2 domande:
-l'avvocato ora chiede a noi eredi la parcella per aver difeso nostro padre nelle due cause, dobbiamo pagarla? è ereditabile? non è una fattura è una parcella proforma e chi mi assicura che non gli ha dato qualche acconto?
-il privato di cui sopra puo' continuare la causa agli eredi?
grazie saluti
Risposta  Buongiorno a Lei, certamente l'avvocato può chiedere la parcella agli eredi. Non c'è modo di verificare se Suo padre ha giĂ  versato qualche acconto, salvo vedere se c'è traccia sui conti correnti. Il privato può senza dubbio proseguire la causa contro gli eredi.

Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail laura.salvetti@avvocatimilanotusasalvetti.it
http://www.avvocatimilanotusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Controversie legali quesito del 28-10-11
Domanda  Buonasera, la mia situazione è la seguente: mia madre, sposata in comunione dei beni con mio padre, ha donato 4 mesi fa a me una cospicua somma in denaro dal suo conto corrente personale, con atto notarile, al quale mio padre non era presente. Con quella somma ho comprato una casa, che da 15 giorni ho venduto per trasferirmi all'estero, con il denaro ricavato dalla vendita. Mio padre, che vorrebbe impedirmi il trasferimento all'estero, sta cercando di impugnare l'atto di donazione dicendo che viola la comunione dei beni, non avendo lui formalizzato alcun accordo 4 mesi fa. Può farlo o posso stare tranquillo? Grazie mille in anticipo per la risposta.
Risposta  Buongiorno a Lei,
la violazione della comunione è in effetti evidentemente impugnabile da parte di chi è stato privato di beni, come il denaro, che ricadono nella comunione legale. Occorre leggere bene l'atto di donazione e vedere la giurisprudenza locale a riguardo.
Resto a disposizione per quanto Le occorra.
CordialitĂ 
Avv.Laura Salvetti
-----------------------
C.so Buenos Aires, 10
20124 – Milano
Tel e fax 02.29534554
e-mail laura.salvetti@avvocatimilanotusasalvetti.it
http://www.avvocatimilanotusasalvetti.it/
Laura Maria Rachele Salvetti      contatta Laura Maria Rachele Salvetti contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Laura Maria Rachele Salvetti
Property Global Service s.r.l
Centrosě S.r.l.
Avvocato Rossella Ceccarini
Studio Filippo Scaffai & Partners
Studio Notarile Grumetto
Avv. Patrizia Beltrami
Geom. Oreste Terracciano
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet