CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 243 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Imposte sugli immobili quesito del 15-01-10
Domanda  Sono un imprenditore proprietario di un immobile strumentale per natura acquistato nel 1985 con atto pubblico per un valore catastale di euro 200.000,00.
Successivamente sono state sostenute delle spese incrementative capitalizzate ed il valore iscritto in bilancio risulta essere di euro 400.000,00. Ho intenzione di estromettere l'immobile dall'impresa e di trasferire la proprietà alla sfera privata.
Devo emettere quindi autofattura, ma devo calcolare un valore di estromissione e rilevare una plusvalenza?
E nel caso in cui, nel quinquennio successivo, dovessi rivendere l'immobile come privato per un valore ad esempio di euro 700.000,00, si genera la plusvalenza di euro 300.000,00 da tassare al 20% oppure, trattandosi il proprietario della stessa persona fisica, si considera sempre l'anno 1985 come data di acquisizione?
Risposta  il passaggio dell'immobile dal patrimonio dell'impresa alla sfera personale costituisce cessione di beni ai fini IVA (se vi è stata detrazione di IVA al momento dell'acquisto) ed è potenzialmente generatore di plusvalenze (art. 58 comma 3 del TUIR). Ciò in quanto l'immobile deve essere valutato al "valore corrente".
Nel caso di successiva rivendita, la data di acquisto alla quale fare riferimento per il calcolo dell'eventuale plusvalenza non è quella dell'estromissione ma quella dell'acquisto originario.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Imposte sugli immobili quesito del 30-11-09
Domanda  Mio padre è deceduto ad ottobre del 2005. Abbbiamo provveduto alla successione per l'appartamento di proprietà dei miei genitori (io e le mie due sorelle abbiamo la quota di 11,11 ciascuna e mia madre il 66,66). Mia madre quando mio padre era in vita pagava il 50% di ici lei ed il 50% mio padre. Io e le sorelle non residiamo più nella casa dei genitori, abbiamo altre case di proprietà. Mia madre dal 2005 in poi ha continuato a pagare l'intera quota ici (la metà di mio padre e la sua). Ora mi è stato richiesto il pagamento il pagamento della mia quota di ici dal 2005 in poi è dovuto ? A mia madre non hanno rimborsato nulla.
Risposta  Ai sensi del d. lgs. 504/1992, soggetti passivi dell’imposta comunale sono i proprietari degli immobili, in relazione all’entità del proprio diritto.
Il Comune è tenuto a restituire quanto erroneamente versato dal comproprietario in eccesso rispetto alla quota di spettanza. Tale diritto alla restituzione si prescrive in tre anni dal versamento.
Sarebbe, tuttavia, opportuno rivolgersi al competente Ufficio comunale per far verificare ed accertare l’avvenuto pagamento dell’intera imposta; il Comune, infatti, potrebbe riconoscere l’intervenuto pagamento come estinzione totale del debito tributario e revocare il provvedimento emesso in danno del comproprietario.
Avv. Patrizia Beltrami      contatta Avv. Patrizia Beltrami contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Imposte sugli immobili quesito del 07-11-09
Domanda  Salve ! Abito in un appartamento in qualità di affittuario,con la mia famiglia composta da quattro persone, ora mia moglie per cause impellenti deve trasferire la sua residenza presso l'abitazione del padre.Gradirei sapere a cosa vado incontro sia a livello fiscale che a livello amministrativo , considerando che fino ad ora c'è l'ho in carico io assieme miei due figli. SI puo ' fare, rimanendo sempre nello stesso stato di famiglia ? oppure cambia qualcosa quando dovrò fare la dichiarazione dei redditi ! se si, cosa ?
Inoltre da questo mese mia moglie percepisce un suo piccolo reddito di cira 4000.00 euro l'anno .
Se possibile, mi potrebbe cortesemente quantificare quanto ci rimetto a livello di decurtazione tasse e assegno famigliare calcolato mensilmente ! avendio io carico non piu' 4 persone ma tre ?
Spero di essere stato abbastanza chiaro .
La ringrazio anticipatamente e la saluto cordialmente.
La ringrazio
Risposta  Il quesito non rientra fra gli argomenti oggetto della nostra rubrica di consulenza destinata esclusivamente a temi di carattere immobiliare.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Imposte sugli immobili quesito del 05-11-09
Domanda  Ho acquistato un appartamento in regime di nuda proprietà con l'usufrutto dei miei genitori ed ho usufruito delle agevolazioni prima casa. in questo appartamento abbiamo abitato, dal momento dell'acquisto, avendone la residenza, io e mia madre. ora ci siamo trasferiti in un'altra città per motivi di lavoro e non solo, io da un anno e mia madre da circa un mese. volendo io vendere questo appartamento prima dei cinque anni, è vero che devo pare le tasse sulla plusvalenza perchè non abbiamo più la residenza?
Risposta  L'imposta sulla plusvalenza non è dovuta qualora si possa dimostrare che l'appartamento è stato utilizzato quale abitazione principale per la maggior parte del periodo di possesso.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Imposte sugli immobili quesito del 05-11-09
Domanda  Ho acquistato un appartamento in regime di nuda proprietà con l'usufrutto dei miei genitori ed ho usufruito delle agevolazioni prima casa. in questo appartamento abbiamo abitato, dal momento dell'acquisto, avendone la residenza, io e mia madre. ora ci siamo trasferiti in un'altra città per motivi di lavoro e non solo, io da un anno e mia madre da circa un mese. volendo io vendere questo appartamento prima dei cinque anni, è vero che devo pare le tasse sulla plusvalenza perchè non abbiamo più la residenza?
Risposta  L'imposta sulla plusvalenza non è dovuta qualora si possa dimostrare che l'appartamento è stato utilizzato quale abitazione principale per la maggior parte del periodo di possesso.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Imposte sugli immobili quesito del 04-11-09
Domanda  Buongiorno,sono la proprietaria di un alloggio (prima casa)
a Torino , attualmente vivendo all'estero ho affittato l'appartamento ad uno studente con contratto di 4+4 per 500 euro al mese.Io essendo disoccupata mi chiedevo se devo ugualmente pagare la tassa sul reddito che andrò maturando con l'affitto (ovvero 6 mila euro in un anno).Vorrei evitare il trasferimento di residenza dato che probabilmente il ragazzo ci resterà solo un anno ma
dovendo pagare l'ICI (perchè affittando perdo le agevolazioni della prima casa) è obbligatorio che io cambi la residenza ?
Grazie resto in attesa di una Vostra risposta.
Cordiali saluti
Risposta  Il reddito da locazione è soggetto a tassazione.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Avvocato Rossella Ceccarini
Laura Maria Rachele Salvetti
Avella massimiliano
Centrosì S.r.l.
Studio Filippo Scaffai & Partners
Avv. Patrizia Beltrami
Geom. Oreste Terracciano
Property Global Service s.r.l
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet