CLUBCASA.IT ... semplicemente tutto
email
pass   accedi»
HOMEPAGE ANNUNCI VALUTAZIONI CONSULENZA MUTUI ASSOCIATI BLOG & NEWS  
Ultime NotizieGlossario ImmobiliareDizionario ImmobiliareL'Esperto Risponde Cerca un ProfessionistaLink Utili Contattaci
Sono state trovate 172 corrispondenze...
Se non riesci a trovare tra i vari quesiti una risposta ai tuoi dubbi, rivolgi una domanda agli esperti riceverai una risposta gratuitamente entro breve tempo.
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
  Mutui quesito del 29-05-08
Domanda  sono proprietario al 100% di una casa, ma con scrittura privata devo a mio fratello il 50 %. Ora, vorrei chiedere un mutuo per liquidare mio fratello. premesso che non ho mai avuto un mutuo e che la casa è stata acquistata nel 2000 senza alcun finanziamento. Posso chiedere alla banca mutuo prima casa? Ai fini Fiscali come sarà regolato tale mutuo? Potro eventualmente detrarre le spese di interessi mutuo? Grazie infinite per la risposta.
Marcello Ruggeri.
Risposta  essendo trascorsi otto anni dal rogito notarile non è più possibile contrarre un mutuo relativo all'acquisto della prima casa.
Cordiali saluti.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Mutui quesito del 28-05-08
Domanda  Dovendo acquistare un immobile in conproprietà tra tre soggetti ( due coniugi in comunione di beni e un cognato ) è possibile che solo uno ( il cognato ) sia intestatario del mutuo, pari a un terzo del valore del detto immobile?
N.B. uno dei due coniugi è protestato.
Grazie per l'attenzione aspetto risposta al più presto.
Risposta  risposta affermativa, i coniugi dovranno prestare il consenso all'iscrizione ipotecaria.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Mutui quesito del 12-05-08
Domanda  L'attuale legge sulle separazioni con affido condiviso dei minori e', anche fiscalmente molto carente, e gradirei molto un vs parere sul caso pratico che vi presento e per la cui soluzione pur avendo contattato l'Agenzia delle Entrate locale non ho trovato adeguate risposte. Quesito: A causa di separazione legale consensuale, con affido congiunto di due figli minori, un marito perde la disponibilita' del proprio appartamento, pur essendo unico intestatario e in regime di sepazione dei beni con l'ex coniuge. Il nuovo diritto di famiglia infatti assegna di norma alla madre la casa e relative pertinenze fino alla maggiore eta' e/o indipendenza economica dei minori. In pratica il marito non potra' vantare alcun diritto sulla sua proprieta' per i successivi 15-20 anni . L'affido pero' gli impone di avere una casa dove ospitare, nei tempi previsti dal giudice i figli in modo tale da garantire pari dignita' di alloggio e trattamento. In carenza di adeguate disponibilita' economiche il marito chiede aiuto ai genitori che acquistano subito, con tutte le cautele del caso e assistiti da un notaio, un modesto appartamento presso il quale va abitare il figlio che pero' e' costretto ad accendere con la fideiussione dei genitori un mutuo bancario trentennale per fare fronte alle spese di arredamento e sistemazione. Su indicazione del legale di fiducia,dato che la causa di separazione non si e' ancora conclusa, l'appartamento viene precauzionalmente intestato, a uno solo genitore, che nel rogito unificato di intestazione e mutuo compare come "datore di ipoteca" di primo grado. Sul rogito inoltre viene riportata la seguente frase " ai fini della detazione IRPEF degli interessi passivi sul finanziamento la parte finanziata, cioe'il figlio (marito), dichiara che il finanziamento stesso e' destinato all' acquisto di una unita' immobiliare da adibire ad abitazione principale ai sensi dell'art.15 comma 1 lettera b del testo Unico Imposte sui Redditi. Domanda: alla luce della situzione sopra descritta puo' il marito portare in detrazione sul 730 gli interessi per il mutuo bancario stipulato? Inoltre il genitore puo' a sua volta portare in detrazione sul suo 730 le spese pagate per il mutuo: imposta ipotecaria, visure ipo catastali , perizia estimativa etc Grazie

Risposta  sono detraibili esclusivamente gli interessi passivi derivanti da mutuo stipulato per l'acquisto o la ristrutturazione di un immobile destinato ad abitazione principale dell'intestatario o di un suo familiare. La detrazione può essere effettuata esclusivamente dall'intestatario dell'immobile.
Cordiali saluti.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Mutui quesito del 07-05-08
Domanda  salve,
ho contratto un mutuo prima casa per l'importo di euro 30.000 e sto pagando la rata da circa 2 anni.
I lavori sono iniziati nel 2003, con comunicazione al Comune, ma ancora non sono del tutto finiti e quindi ancora non la posso abitare.
Ora la mia domanda è:
posso detrarre gli interessi del suddetto mutuo sul
mod. 730 di quest'anno, visto che per gli anni precedenti non l'ho mai fatto?
Grazie e saluti.
Risposta  non è chiaro se il mutuo sia stato contratto per l'acquisto o per la costruzione/ristrutturazione dell'abitazione principale, in quest'ultimo caso condizione per usufruire della detrazione è che il mutuo sia stato stipulato entro i sei mesi antecedenti o successivi la data di inizio dei lavori.
La detrazione per l'acquisto dell'abitazione principale sussiste a condizione che l'immobile costituisca dimora abituale nel periodo di imposta per il quale si chiedono le detrazioni.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Mutui quesito del 03-05-08
Domanda  Salve, mi trovo in una situazione difficile in quanto dovrei vendere il mio immobile, che ho acquistato con mutuo e sul quale è stata fatta l'ipoteca,ad una persona la quale ha richiesto anch'egli un mutuo del quale però possono erogargli solo un 75% in un primo momento per estinguere prima il mio ,e il restante 25% una volta che è stata tolta l'ipoteca sull'immobile di mia proprietà, mi chiedevo come dovremmo gestire
la compravendita in termini di compromesso e atto.
Il compratore sostiene di potere arrivare a fare l'atto pagandomi soltanto la cifra necessaria per l'estinzione del mio mutuo, ma a me sembra una follia, chi mi garantisce poi la cifra restante? La prego di suggerirci un sistema che possa garantire equità per entrambi.
Ringrazio della cortese attenzione.
Laura Brucato
Risposta  non è chiara la posizione dell'Istituto di Credito che deve concedere il mutuo al suo acquirente, in casi come il suo di regola l'erogazione è unica: una parte va ad estinguere il mutuo preesistente (controestinzione) e l'altra, per differenza, viene messa a disposizione del venditore.
Chieda maggiori dettagli e chiarimenti.
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
  Mutui quesito del 03-05-08
Domanda  Gent.mo Dr Renzi, preg.mo Esperto Commercialista.


Vorrei sottoporle un rapido quesito.

Sono comproprietario al 50% (il restante 50 è di mio fratello) di un immobile per costruire il quale io solo ho stipulato un mutuo ipotecario.


L'immobile è di prima casa.


S'intende che gli interessi passivi possano detrarsi dall'IRPEF in misura del 19%.

Tuttavia, a parte il tetto di detrazione d'imposta, posso detrarre il 19% degli interessi o debbo limitarmi al 50% del 19% (essendo comproprietario al 50%, quantunque titolare per intero del mutuo)?


Ringraziando per l'attenzione,
colgo l'occasione per salutare cordialmente.

Jacopo
Risposta  la quota di comproprietà è irrilevante ai fini della detrazione. Può detrarre il 100% degli interessi pagati, nei limiti del tetto massimo.

distinti saluti

veniero vecchia

STUDIO ASSOCIATO GAGLIANONE - VECCHIA
piazza cola di rienzo, 68
00192 ROMA
tel. 063244847 - 063613097
fax 063613024
e-mail: segreteria@studio-agave.it
Roberto Renzi      contatta Roberto Renzi contatta questo professionista
 invia ad un amico   |    domanda agli esperti   |   torna indietro
 
torna all'indice 
visualizza pagina 1 2 3 4 5 succ
ESPERTI
Studio Filippo Scaffai & Partners
Avella massimiliano
Laura Maria Rachele Salvetti
Avv. Patrizia Beltrami
Centrosì S.r.l.
Studio Notarile Grumetto
Avvocato Rossella Ceccarini
Property Global Service s.r.l
   
   
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet