Benefici prima casa, la verifica è triennale

pubblicato il 12 giu 2008 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (3 voti, media: 4,33)

I benefici fiscali riconosciuti per l’acquisto della prima casa possono essere conservati a condizione che il contribuente realizzi l’intento, dichiarato nell’atto di acquisto, di destinare l’immobile a propria abitazione entro il termine triennale di decadenza stabilito dall’articolo 76 del Dpr 131 del 1986 per l’esercizio del potere di accertamento dell’Ufficio finanziario, con la conseguenza che quest’ultimo termine di decadenza inizia a decorrere dal momento in cui l’intento del contribuente sia rimasto definitivamente non eseguito e, quindi, al massimo dalla scadenza del triennio dalla registrazione dell’atto di compravendita.

Cassazione, sentenza n.13485  del 26 febbraio 2008

Fonte: Il Sole 24 Ore

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet