Bonus prima casa in salvo con l’atto integrativo

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

Rimedio alle dimenticanze dei contribuenti.
Con la Risoluzione n. 110/E del 2006 l’Agenzia delle Entrate ha precisato che, nel caso siano state omesse nella dichiarazione di successione o nell’atto di donazione, le dichiarazioni per ottenere i benefici prima casa possono essere rese in un atto successivo, integrativo di quello originario. Stesso discorso qualora nell’atto di acquisto non siano state formulate le dichiarazioni prescritte per i trasferimenti agevolati di beni immobili compresi in aree soggette a piani urbanistici particolareggiati e in piani di recupero.

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet