Confedilizia: contratti d’affitto regolamentati, accordi in 52 capoluoghi su 103

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

Interessano 10 milioni di persone in tutto
La Confedilizia tira le somme dell’esito delle trattative per la stipula dei contratti di locazione regolamentati (agevolati, transitori, per studenti universitari). Per quanto concerne i capoluoghi di provincia, sono stati sottoscritti 52 Accordi (su 103 capoluoghi): in larghissima maggioranza nel Nord (32), in numero limitato nel Centro (12) e pochi nel Sud e nelle Isole (8). In pochissimi casi la Confedilizia ha potuto stipulare Accordi riguardanti Comuni non capoluoghi di provincia.
Gli Accordi stipulati per i Comuni capoluoghi di provincia interessano una popolazione di 10.353.075 persone in tutto.
I Comuni in questione sono i seguenti: Agrigento, Alessandria, Ancona, Arezzo, Asti, Belluno, Bergamo, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Como, Crotone, Enna, Forlì, Genova, Gorizia, Grosseto, Imperia, La Spezia, Lecco, Lodi, Lucca, Mantova, Massa, Modena, Napoli, Novara, Palermo, Parma, Pavia, Pescara, Pistoia, Pordenone, Ragusa, Ravenna, Reggio Calabria, Reggio Emilia, Roma, Savona, Siena, Sondrio, Teramo, Terni, Torino, Trento, Treviso, Trieste, Varese, Verona, Vicenza, Viterbo.
Nei Comuni senza Accordo non è possibile stipulare i contratti regolamentati perché non è stato emanato il previsto decreto ministeriale sostitutivo.
Ciascun Accordo, conformemente a quanto previsto sia dalla legge di riforma delle locazioni urbane (n. 431/’98) sia dal decreto Martinat, individua le fasce entro le quali possono collocarsi i canoni dei contratti agevolati (durata di 3 anni più 2), transitori (da 1 a 18 mesi) e per universitari (da 6 a 36 mesi).
Agevolazioni fiscali erariali (Irpef, Irpeg, imposta di registro) sono concesse, nei Comuni ad alta tensione abitativa, ai proprietari (solo per i contratti agevolati e per i contratti per studenti universitari), e, in qualsiasi Comune, agli inquilini (solo per i contratti agevolati). A qualsiasi Comune è rimessa invece la deliberazione di aliquote Ici agevolate in favore dei proprietari che stipulino contratti regolamentati dei tre tipi.

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet