Il glossario della crisi subprime

pubblicato il 17 ago 2007 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

Mutui subprime, crisi e iniezioni di liquidita’ , credit crunch e operazioni pronti contro termine. Una sequela di termini finanziari domina le cronache dell’attuale crisi dei mercati. Un breve glossario puo’ aiutare a capire di che cosa si parla:

- SUBPRIME: Sono prestiti o mutui di qualita’ non primaria. Vengono cioe’ erogati a clienti definiti ”ad alto rischio”, che per le loro caratteristiche (basso reddito o un passato di insolvenza) non sono ammessi al normale mercato del credito. Il tasso d’interesse e i costi applicati dagli istituti di credito sono molto piu’ elevati rispetto a quelli medi per compensare l’alto livello di rischio. I mutui sono poi cartolarizzati, cioe’ trasformati in titoli ad alto rendimento e venduti ad investitori istituzionali. I tassi ora sono saliti e molte famiglie non riescono piu’ a ripagare questi mutui, con rischi per chi ha investito in questi prodotti.

- FONDI ABS O ASSET BACKED SECURITIES: Sono quelli che hanno dato il via alla crisi, come i tre congelati dalla Bnp Paribas. Sono strumenti finanziari che nascono da operazioni di cartolarizzazione come e’ successo con i mutui subprime e negli effetti sono simili ad una obbligazione perche’ pagano cedole a interesse prefissato, fisso o variabile. I tre fondi Paribas – Parvest Dynamic, Abs Euribor e Abs Eonia – avevano investito circa un terzo del loro capitale nelle obbligazioni ‘figlie’ dei mutui subprime americani.

- LIQUIDITA’ (CRISI E INIEZIONE): E’ la disponibilita’ di finanziamenti disponibili sul mercato. Il segno della crisi e’ venuto dall’aumento dei tassi a breve termine (overnight), cioe’ del costo di questi finanziamenti, salito sopra il livello dei tassi di riferimento delle diverse banche centrali perche’ diminuiva l’offerta. Si rischia una pericolosa situazione di CREDIT CRUNCH (vedi sotto). Per far scendere i tassi la Bce, la Fed e le banche centrali di Giappone e Australia hanno iniettato, liquidita’, cioe’ aumentato l’offerta di finanziamenti adempiendo al loro ruolo di ”prestatori di denaro di ultima istanza”.

- CREDIT CRUNCH: Contrazione del credito. Congiuntura economica in cui e’ difficile reperire capitale d’investimento da parte di banche o investitori a causa della loro sfiducia nel mercato. La scarsita’ di finanziamenti fa salire il costo del credito e rende quasi impossibile alle imprese accedervi. Sono considerati in genere conseguenza di una recessione e possono comportare un suo prolungamento o un suo piu’ lento superamento.

- OPERAZIONI PRONTI CONTRO TERMINE: E’ il meccanismo con il quale le banche centrali finanziano normalmente il mercato. Dal punto di vista economico sono assimilabili a un prestito in contanti assistito da garanzia: e’ una vendita di titoli da parte delle banche con patto di riacquisto a un termine convenuto e a un prezzo stabilito (pari al loro valore iniziale maggiorato degli interessi). E’ lo strumento principale per la conduzione di politica monetaria e di credito infragiornaliero da parte della Bce.

- DERIVATI: Sono strumenti finanziari di vario tipo (opzioni, futures, swaps), che consentono in pratica di ‘scommettere’ sulle variazioni di valore di altri beni, detti attivita’ sottostanti (azioni, indici, valute, titoli vari, tassi, ma anche vino). I derivati possono essere oggetto di contrattazione anche in mercati non regolamentati.

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet