Compromesso: trattamento fiscale delle somme pagate a titolo di acconto o di caparra confirmatoria

pubblicato il 3 dic 2007 in agenzie immobiliari, tasse e imposte
L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul trattamento fiscale delle somme pagate a titolo di acconto o di caparra confirmatoria, dovute a seguito di un contratto preliminare di compravendita La previsione nel preliminare del versamento di una somma di denaro "mediante imputazione al prezzo a titolo di caparra confirmatoria e acconto prezzo" attribuisce alla stessa, in aggiunta alla funzione di liquidazione anticipata del danno da inadempimento, anche quella di anticipazione del corrispettivo. Quindi, per i trasferimenti immobiliari soggetti leggi tutta la news

Acquisto box auto: niente 36% senza il compromesso

pubblicato il 17 set 2007 in tasse e imposte
Senza il compromesso salta la detrazione Irpef del 36%. In pratica, l`acconto pagato dal contribuente per l`acquisto di un`autorimessa pertinenziale all`edificio abitativo senza la stipula e la registrazione del relativo compromesso, non consente al contribuente di fruire del beneficio. E cio` anche se nello stesso anno in cui sono stati corrisposti gli acconti, mediante bonifici bancari, si arriva alla stipula del rogito notarile nel quale vengono menzionati, tra l`altro, i pagamenti gia` eseguiti a titolo d`acconto da parte dell`acquirente. E` quanto leggi tutta la news

Compromesso sul condono edilizio

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
La Corte Costituzionale ha pronunciato il proprio parere sulla questione della legittimità della sanatoria edilizia e sulle controversie sorte tra lo Stato e alcune Regioni. Il giudizio è stato formulato attraverso l'emanazione di 3 sentenze (n.196, n.198 e n.199) e un'ordinanza (n.197).In base a quanto stabilito dalla Consulta, lo Stato mantiene il diritto di legiferare sulla materia in linea generale, mentre alle Regioni viene riconosciuto un più ampio margine d'intervento.Allo Stato compete la definizione delle regole generali e leggi tutta la news

Intermediazione immobiliare con sconto fiscale anche sul preliminare

pubblicato il 16 feb 2009 in agenzie immobiliari
Sì alla detrazione Irpef sul compenso corrisposto all'agenzia prima del rogito se segue la stipula definitiva. Sconto d'imposta del 19% per le spese connesse al servizio di intermediazione immobiliare relativo all'acquisto dell'abitazione principale anche se è stato stipulato soltanto il contratto preliminare di compravendita e manca ancora il rogito notarile. È in sintesi la risposta fornita dall'agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 26/E del 30 gennaio, a una contribuente che, avendo pagato con fattura, nell'ottobre del 2007, in occasione della firma leggi tutta la news

Qualità architettonica: ok del Consiglio dei Ministri alla legge

pubblicato il 27 nov 2008 in mercato, varie
Nella seduta di mercoledì scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato il disegno di legge-quadro sulla qualità architettonica.Il ddl – si legge nel comunicato del Governo – riconosce la rilevanza pubblica dell’opera architettonica e la sua valenza culturale quale strumento di contrasto al degrado urbano, promuove la diffusione del criterio della qualità architettonica ed urbanistica, nozione fino ad oggi sconosciuta nell’ordinamento, richiama l’attenzione sociale e dei livelli di governo del territorio ai fini del raggiungimento di standard di leggi tutta la news

Il contratto preliminare: ipotesi e tassazione

In generale, l’atto va registrato in termine fisso, entro 20 giorni dalla data di stipula. Privati e operatori economici ricorrono frequentemente allo strumento negoziale del contratto preliminare. Soprattutto nel campo della compravendita immobiliare, è particolarmente diffusa la prassi secondo cui l’atto di vendita è preceduto dal “compromesso”, anche se proprio nello stesso settore è altrettanto rilevante il numero di atti non registrati che, oltre a comportare l’evasione dell’imposta di registro direttamente connessa alle disposizioni contenute nel contratto preliminare, sottrae leggi tutta la news

Impianto centralizzato, gestione individuale

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
In tutti gli edifici costruiti con concessione edilizia rilasciata dopo il 30 giugno 2000, l'impianto di riscaldamento deve essere del tipo "a contabilizzazione del calore". Con ogni evidenza, l'imposizione riguarda solo quegli stabili in cui si decide di adottare una caldaia centralizzata, anche se il nuovo DPR è assolutamente vago a questo proposito: del resto non esiste una definizione chiara di cosa s'intenda per "contabilizzazione", se non in norme dell'Ente Italiano di Unificazione (Uni). L'impianto contabilizzato è, in sostanza, leggi tutta la news

Una questione controversa

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
La Corte di Cassazione si è, recentemente, pronunciata su di una vicenda che, assai di frequente, accade in occasione della vendita di una unità immobiliare che concorre a formare un edificio in condominio. Questo il caso: Tizio esamina ed approva, in assemblea, l'esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria alle parti comuni dell'edificio e, successivamente, vende e trasferisce, definitivamente, a Caio l'unità immobiliare. Questa la questione di diritto: in caso di compravendita di una unità immobiliare in un edificio in condominio, leggi tutta la news
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet