Il contratto preliminare: ipotesi e tassazione

In generale, l’atto va registrato in termine fisso, entro 20 giorni dalla data di stipula. Privati e operatori economici ricorrono frequentemente allo strumento negoziale del contratto preliminare. Soprattutto nel campo della compravendita immobiliare, è particolarmente diffusa la prassi secondo cui l’atto di vendita è preceduto dal “compromesso”, anche se proprio nello stesso settore è altrettanto rilevante il numero di atti non registrati che, oltre a comportare l’evasione dell’imposta di registro direttamente connessa alle disposizioni contenute nel contratto preliminare, sottrae leggi tutta la news

Contratto preliminare di vendita: inadempimento e comunione dei beni

Risolvendo un contrasto giurisprudenziale, la Corte di Cassazione (Sezioni Unite, sentenza 24 agosto 2007, n. 17952) ha specificato che, in caso di inadempimento del contratto preliminare di vendita da parte di un soggetto coniugato in regime di comunione dei beni, il promissario acquirente che intenda risolverlo con risarcimento del danno ovvero ottenere l`emanazione di una sentenza che produca gli stessi effetti del contratto definitivo non concluso ai sensi dell`art. 2932 del Codice Civile, deve citare in giudizio entrambi i coniugi leggi tutta la news

Contratto preliminare – Versamento di somme a titolo di acconto o di caparra confirmatoria

L'Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul trattamento fiscale delle somme pagate a titolo di acconto o di caparra confirmatoria, dovute a seguito di un contratto preliminare di compravendita. scarica PDF

Contratto preliminare: caparra confirmatoria e inadempimento

Di norma nei contratti di compravendita immobiliare il promittente acquirente in sede di sottoscrizione del preliminare si obbliga a versare una certa somma di denaro (o quantita` di altre cose fungibili) a titolo di caparra confirmatoria (rif. art. 1385 cod. civ.) che gli verra` restituita o imputata alla prestazione dovuta in caso di adempimento del contratto definitivo. Si tratta di una clausola avente la funzione di rafforzare l`efficacia del contratto dal momento che al verificarsi dell`inadempimento, a prescindere dalla prova dell`eventuale leggi tutta la news

Il contratto preliminare di un immobile abusivo non è nullo

Con la sentenza n. 1339 del 27 settembre 2005, la I Sezione della Corte di Appello di Firenze ha stabilito che il contratto preliminare di compravendita di un immobile non può dichiararsi nullo nel momento in cui venga accertato che l'immobile oggetto del contratto è abusivo. Nel caso esaminato due privati avevano stipulato un contratto preliminare di compravendita di un terreno con annesso edificio. In un secondo momento l'acquirente ha appreso che la costruzione era abusiva e ha fatto causa al venditore leggi tutta la news

CONTRATTO PRELIMINARE

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
Vendita di cosa altrui: risolto il contrasto sulle modalità di adempimento Corte di Cassazione sezioni Unite civili, sentenza 18 maggio 2006, n. 11624 Il promettente venditore di una cosa che non gli appartiene, anche nel caso di buona fede dell'altra parte, può adempiere la propria obbligazione procurando l'acquisto del promissario direttamente dall'effettivo proprietario? Si, il promettente leggi tutta la news

Iva, no allo sconto prima casa quando è cessione del contratto

pubblicato il 15 set 2009 in tasse e imposte
Per beneficiare dell'imposta al 4% sulla prima casa l'effettivo acquirente deve essere nominato entro termine certo Strada sbarrata all'agevolazione Iva prima casa nel caso di contratto per persona da nominare se il termine per la designazione del compratore finale non è determinato né oggettivamente determinabile. Si configura così, infatti, la cessione del contratto da parte del contraente del preliminare di acquisto. La precisazione dall'agenzia delle Entrate con la risoluzione 212/E dell'11 agosto. Applicazione della procedura di variazione leggi tutta la news

Intermediazione immobiliare con sconto fiscale anche sul preliminare

pubblicato il 16 feb 2009 in agenzie immobiliari
Sì alla detrazione Irpef sul compenso corrisposto all'agenzia prima del rogito se segue la stipula definitiva. Sconto d'imposta del 19% per le spese connesse al servizio di intermediazione immobiliare relativo all'acquisto dell'abitazione principale anche se è stato stipulato soltanto il contratto preliminare di compravendita e manca ancora il rogito notarile. È in sintesi la risposta fornita dall'agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 26/E del 30 gennaio, a una contribuente che, avendo pagato con fattura, nell'ottobre del 2007, in occasione della firma leggi tutta la news
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet