IMPOSTA DI REGISTRO – Divisioni di immobili con il valore catastale

pubblicato il 13 lug 2007 in varie
L'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 136 /E del 14 giugno prende in esame l'applicazione dell'imposta di registro alle divisioni. Nelle divisioni senza conguagli la base imponibile è data dal valore catastale dei beni divisi, per quelle con i conguagli vale invece il criterio del valore catastale dei beni divisi, a meno che non sia applicabile il principio del “prezzo-valore”.http://www.finanze.gov.it/export/download/altri/Ris136.pdf

Imposta di registro “prima casa” anche per gli immobili usucapiti

pubblicato il 23 mar 2012 in tasse e imposte
La presenza dei requisiti necessari per la fruizione dell’agevolazione va verificata, da parte dell’Amministrazione finanziaria, alla data della sentenza di trasferimento Anche gli immobili trasferiti con sentenza dichiarativa di usucapione emessa dall’autorità giudiziaria, se destinati a prima abitazione, godono dell’agevolazione “prima casa”, limitatamente però all’imposta di registro, non anche per quelle ipotecaria e catastale. Questo, in sintesi, il contenuto della risoluzione n. 25/E del 20 marzo, in linea con una recente pronuncia della Corte di cassazione sull’equiparazione della tassazione delle leggi tutta la news

Registro, ipotecaria e catastale: gli uffici diventano più forti

pubblicato il 17 feb 2007 in varie
Il decreto legge 223/2006 (manovra bis) ha esteso l'applicazione delle attribuzioni e dei poteri degli uffici in materia di accertamento, previsti per le imposte sui redditi anche all'imposta di registro, ipotecaria e catastale. La circolare n. 6/E del 6 febbraio 2007 http://www.agenziaentrate.it/ilwwcm/resources/file/eb6c4d097fc10d6/circ_6e_6_febbraio_2007.pdffornisce una descrizione dettagliata dei nuovi poteri istruttori, che renderanno più incisiva l'attività di controllo in un settore, come quello dell'imposta di registro, finora privo di adeguati strumenti di lotta all'evasione fiscale. Il documento inoltre affronta leggi tutta la news

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA – L’imposta di registro non fa sconti

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
Secondo la Corte non basta la semplice volontà di adibire l'immobile ad abitazione principaleLa Corte di Cassazione, con la sentenza 20066 del 17 ottobre 2005, riguardante le agevolazioni tributarie sulla prima casa ha precisato che decade dalla riduzione dell'imposta di registro chi abbia acquistato un immobile e poi non vi abiti effettivamente, anche se ciò dipende dal Comune che tarda a rilasciare la concessione in sanatoria. La Corte ha accolto il ricorso del fisco contro due coniugi che, leggi tutta la news

IMPOSTE DI REGISTRO – la base imponibile è il valore catastale

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
Nuovo look per le imposte sulla casa. Le novità rilevanti sono due: 1. è prevista una tassazione con aliquota del 12,5% sulle plusvalenze realizzate per la vendita entro i cinque anni dall'acquisto delle unità immobiliari e in ogni caso per le vendite dei terreni edificabili; 2. nel caso di applicazione del meccanismo impositivo forfetizzato è possibile applicare l'imposta di registro non sul corrispettivo ma sul valore catastale dell'immobile. L'articolo 67 del Tuir prevede che in caso di leggi tutta la news

Per il leasing abitativo riscatto a valore venale

pubblicato il 28 ott 2009 in tasse e imposte
L'Agenzia delle Entrate nella risoluzione 163/E del 22 giugno 2009 ha precisato che non si applicano al leasing abitativo le norme proprie del leasing dei beni strumentali, con l'abbattimento alla metà delle imposte e ipotecaria e catastale e la detraibilità da queste ultime dell'imposta di registro pagata sui canoni di locazione finanziaria. Per il riscatto di un leasing abitativo (operazione Iva esente), si applicano l'imposta di registro del 7%, l'imposta ipotecaria del 2% e l'imposta catastale dell'1%. Fonte: Agenzia delle Entrate

Trattamento ordinario per un’usucapione speciale

pubblicato il 7 ago 2007 in varie
L'agenzia delle Entrate chiarisce il regime da applicare ai provvedimenti giudiziali di trasferimento di fondi rustici con annessi fabbricati situati in aree montaneNiente regime fiscale di favore per le sentenze di trasferimento di immobili situati in comuni montani, a seguito di declaratoria di usucapione, quando la proprietà dei fondi rustici si acquista in virtù del possesso continuato per quindici anni. Imposte di registro e ipotecaria in misura fissa ed esenzione da quella catastale, sono previste solo quando leggi tutta la news

Per l’acquisto di terreni soltanto un prelievo all’1%

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
Dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo (in attesa della pubblicazione in «Gazzetta Ufficiale») che estende a tutti gli imprenditori agricoli, le agevolazioni finora riservate ai soli soggetti in possesso della qualifica di coltivatore diretto, l'acquisto di terreni per tali soggetti, sconterà l'imposta di registro e ipotecaria in misura fissa e l' imposta catastale ridotta all'1% .Gli stessi soggetti possono beneficiare anche dell'esenzione dal contributo di costruzione per i fabbricati rurali. Per l'Ici, invece, le società non possono leggi tutta la news
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet