Imposta di registro “prima casa” anche per gli immobili usucapiti

pubblicato il 23 mar 2012 in tasse e imposte
La presenza dei requisiti necessari per la fruizione dell’agevolazione va verificata, da parte dell’Amministrazione finanziaria, alla data della sentenza di trasferimento Anche gli immobili trasferiti con sentenza dichiarativa di usucapione emessa dall’autorità giudiziaria, se destinati a prima abitazione, godono dell’agevolazione “prima casa”, limitatamente però all’imposta di registro, non anche per quelle ipotecaria e catastale. Questo, in sintesi, il contenuto della risoluzione n. 25/E del 20 marzo, in linea con una recente pronuncia della Corte di cassazione sull’equiparazione della tassazione delle leggi tutta la news

Imposta di Registro-Dal giudice di merito, un’interpretazione impeccabile

pubblicato il 28 ago 2007 in tasse e imposte
L'interpretazione della volontà delle parti in relazione al contenuto di un contratto, o di una qualsiasi clausola negoziale, anche ai fini dell'applicazione dell'articolo 20 del Dpr n. 131/1986, importa indagini rimesse esclusivamente al potere discrezionale del giudice del merito. Tale attività è un tipico "accertamento di fatto", intangibile in sede di legittimità ove logicamente e compiutamente motivato. E' in sintesi quanto deciso dalla Corte di cassazione, con la sentenza n. 13218 del 6 giugno 2007. Questi i fatti da cui ha leggi tutta la news

IMPOSTA DI REGISTRO – Divisioni di immobili con il valore catastale

pubblicato il 13 lug 2007 in varie
L'Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 136 /E del 14 giugno prende in esame l'applicazione dell'imposta di registro alle divisioni. Nelle divisioni senza conguagli la base imponibile è data dal valore catastale dei beni divisi, per quelle con i conguagli vale invece il criterio del valore catastale dei beni divisi, a meno che non sia applicabile il principio del “prezzo-valore”.http://www.finanze.gov.it/export/download/altri/Ris136.pdf

IMPOSTA DI REGISTRO – Fissa sul preliminare di vendita

pubblicato il 20 giu 2007 in varie
Sul preliminare di vendita, non andato a buon fine, si paga l'imposta di registro in misura fissa. Per quanto concerne l'aliquota proporzionale, normalmente applicata agli acconti, il contribuente ha diritto al rimborso, se il definitivo non è stato stipulato. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 14028 del 15 giugno 2007, ha respinto il ricorso del fisco e tracciato un quadro particolarmente chiaro sull'imposta di registro in caso di preliminare a cui poi non sia leggi tutta la news

AGEVOLAZIONI PRIMA CASA – L’imposta di registro non fa sconti

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
Secondo la Corte non basta la semplice volontà di adibire l'immobile ad abitazione principaleLa Corte di Cassazione, con la sentenza 20066 del 17 ottobre 2005, riguardante le agevolazioni tributarie sulla prima casa ha precisato che decade dalla riduzione dell'imposta di registro chi abbia acquistato un immobile e poi non vi abiti effettivamente, anche se ciò dipende dal Comune che tarda a rilasciare la concessione in sanatoria. La Corte ha accolto il ricorso del fisco contro due coniugi che, leggi tutta la news

Gli immobili all’asta pagano l’imposta di registro

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
L'Agenzia delle Entrate lo ha chiarito in una recente risoluzione L'Agenzia delle Entrate ha emanato la risoluzione n. 10/E del 17 gennaio 2006 in tema di regime fiscale da applicare ai beni espropriati.L'istanza di interpello era stata avanzata da un curatore fallimentare che chiedeva chiarimenti sul regime fiscale applicabile alle vendite giudiziarie (aventi ad oggetto vari appartamenti), intervenute nell'ambito di una procedura esecutiva immobiliare per il recupero di un credito fondiario, con espropriazione contro il terzo proprietario, leggi tutta la news

FINANZIARIA 2008 – Terreni, il registro torna all’1%

Compravendite gravate dall'imposta ipocatastale al 4% Per l'acquisto di aree edificabili comprese in piani particolareggiati, quando il venditore non è un soggetto Iva e quindi si deve applicare l'imposta di registro la Finanziaria 2008 prevede l'imposta di registro all'1% mentre viene fissata al 3% l'imposta ipotecaria e lasciata all'1% la catastale. Complessivamente quindi il 5%.

Nuovo regime IVA/Registro delle cessioni e locazioni immobiliari – Ulteriori chiarimenti ministeriali

pubblicato il 22 mar 2007 in varie
La rettifica della detrazione IVA operata in fase di costruzione o di ristrutturazione delle abitazioni deve essere effettuata solo nell`anno in cui le stesse vengono cedute in esenzione da IVA, ossia quando si verifica l`effettivo utilizzo esente (cessione) delle medesime. Il semplice decorso dei quattro anni dall`ultimazione dei lavori non costituisce, quindi, un presupposto sufficiente all`effettuazione della rettifica della detrazione.Pertanto, con riferimento alle abitazioni possedute (e non utilizzate) al 4 luglio 2006, per le quali a tale data leggi tutta la news
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet