Rendita catastale e retroattività delle variazioni

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
Una circolare dell'Agenzia del Territorio chiarisce che la variazione catastale è retroattiva se il classamento è errato. Con la circolare n. 11 del 26 ottobre scorso, l'Agenzia del Territorio ha fornito chiarimenti in merito all'efficacia temporale delle variazioni di classamento catastale operate dagli uffici del Territorio - d'ufficio o su apposita istanza di parte - stabilendo quali sono i casi in cui la variazione delle tariffe è retroattiva.La questione interessa anche le imposte erariali e l'Ici, nel calcolo leggi tutta la news

Avviso di liquidazione con attribuzione di rendita

pubblicato il 12 set 2007 in pratiche notarili e catastali, tasse e imposte
Non occorre un atto separato per notificare i dati di classamento. Quando il contribuente dichiara di volersi avvalere della valutazione automatica avanzando contestuale richiesta per l'attribuzione della rendita catastale, l'ufficio riscuote la maggiore imposta con avviso di liquidazione, senza dover procedere alla separata notificazione o comunicazione dell'atto di classamento dell'immobile con attribuzione della relativa rendita (Cassazione, sentenza n. 16734/2007). L'Amministrazione finanziaria, nel giudizio dinanzi alla Suprema corte, ha rilevato che l'articolo 12 della legge 154/1988 consente al contribuente di chiedere l'attribuzione della leggi tutta la news

Gli indebiti Ici si recuperano dalla definitività della rendita

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
La decorrenza dei termini per il rimborso:La Commissione tributaria regionale del Lazio, con la sentenza 85 del 7 luglio 2005 ha precisato che il termine di tre anni per l'istanza di rimborso dell'ICI, in caso di dichiarazione di rendita presunta maggiore di quella definitiva, decorre non dalla data del versamento, ma da quando è stato iscritto in Catasto il provvedimento attributivo della rendita catastale. Se il versamento dell'imposta in misura maggiore è derivato dalla dichiarazione di una rendita presunta leggi tutta la news

Locatori, fuori le calcolatrici: in arrivo la “cedolare secca”

pubblicato il 10 mar 2011 in locazioni
Parte già quest’anno la tassazione alternativa dei canoni, introdotta dal Dlgs sul federalismo municipale C’è l’imposta municipale, propria e secondaria, operativa a partire dal 2014. Anno in cui cambierà anche la tassazione d’atto sui trasferimenti immobiliari. Lo schema di decreto legislativo sul federalismo municipale, per il quale si è appena votata la fiducia alla Camera dei deputati, presenta, però, anche provvedimenti che incidono fin dal 2011 sul sistema tributario italiano. Uno su tutti, la oramai famosa “cedolare secca” sugli affitti.   Cedolare secca: leggi tutta la news

La moglie comodataria affitta, il marito (ac)comodante paga le tasse

pubblicato il 28 ott 2008 in tasse e imposte
Autorizza il coniuge a locare l'appartamento che le ha dato in uso e diventa titolare del reddito percepito. Il reddito fondiario derivante dalla locazione di un immobile, percepito dal comodatario, deve essere imputato al proprietario comodante. È quanto risponde l'agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 394/E del 22 ottobre all'interpello proposto da un contribuente che ha concesso un appartamento in comodato d'uso alla moglie. L'istante aveva chiesto come dovevano essere ripartiti gli oneri fiscali relativi al reddito dell'immobile, sia leggi tutta la news

Siglata intesa tra Entrate e Comune di Roma

pubblicato il 20 set 2008 in mercato, tasse e imposte
E' stato siglato un protocollo d'intesa, di particolare importanza considerato l'attuale interesse verso il federalismo fiscale, tra la direzione regionale delle Entrate del Lazio, e il Comune di Roma con lo scopo di incentivare una fattiva collaborazione istituzionale per il contrasto all'evasione fiscale. L'accordo, nell'ambito di un generale progetto per la progressiva integrazione delle banche-dati informative, prevede lo scambio di dati di competenza delle rispettive Amministrazioni che possono essere utili all'attività di controllo fiscale. Tra i principali settori di intervento leggi tutta la news

L’immobile è già ultimato se viene utilizzato

pubblicato il 9 giu 2008 in mercato, tasse e imposte
Per stabilire la decorrenza dei cinque anni di possesso che, in caso di cessione del bene, consentono di non tassare la plusvalenza, si prescinde dall'accatastamento e dal collaudo. La risoluzione n. 231/E del 6 giugno riguarda l'interpello formulato dai proprietari di un immobile commerciale costruito da loro, concesso in locazione nel dicembre del 2001, con certificato di collaudo rilasciato nel mese di febbraio del 2002 e richiesta di attribuzione di rendita catastale avvenuta soltanto a febbraio 2006. Avendo intenzione leggi tutta la news

Prima casa e abitazione principale c’è differenza nella plusvalenza

pubblicato il 9 apr 2008 in mercato, tasse e imposte
L'acquisto agevolato non preserva dalla tassazione in caso di successiva vendita entro il quinquennio se il contribuente o i suoi familiari non vi hanno dimorato abitualmente per la maggior parte del periodo. La cessione di un appartamento da parte di cittadini italiani residenti all'estero, intervenuta entro il quinquennio dall'acquisto, produce plusvalenza imponibile, ai sensi dell'articolo 67, comma 1, lettera b), del Tuir. La circostanza che i proprietari risiedano all'estero, infatti, non consente di considerare l'immobile posseduto in Italia abitazione principale, salvo leggi tutta la news
Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet