Le procedure per detrarre il 55% delle spese per l’efficienza energetica

pubblicato il 2 apr 2007 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

È urgente ormai la necessità di un chiarimento ufficiale da parte dell’Agenzia delle Entrate che elimini finalmente i dubbi sul procedimento per usufruire della detrazione del 55% sui lavori per la riqualificazione energetica degli edifici, prevista dalla Finanziaria 2007.

Nel frattempo l’Enea afferma che “non occorre inviare domanda preventiva né altra documentazione all’Ufficio delle Imposte di Pescara”.

Ricordiamo che il decreto attuativo della Finanziaria del 19 febbraio 2007 prevede che la documentazione relativa agli interventi realizzati sia trasmessi all’Enea, senza citare in alcun modo Pescara.

Tuttavia i commi 344-348 della Finanziaria – che introducono la possibilità di detrarre dall’Irpef fino al 55% delle spese sostenute per realizzare interventi che migliorino le prestazioni energetiche degli edifici – rimandano, per la procedura, alla legge 449/1997 e al DM 41/1998, indicando quindi come soggetto di riferimento il centro operativo di Pescara.

Questa discordanza ha ingenerato dubbi sulla validità delle dichiarazioni già inviate a Pescara, anche sulla base della conferma di tale procedura espressa dal Ministro dell’Economia, Tommaso Padoa Schioppa, nel gennaio scorso, e sulla necessità o meno di inviarle ad entrambi gli enti.

Intanto sul sito internet dell’Enea è stata attivata un’area informativa indirizzata al grande pubblico, sugli incentivi e sulle procedure per ottenerli.

Il Dipartimento Ambiente, Cambiamenti Globali e Sviluppo Sostenibile dell’ENEA sta infatti sviluppando, in ottemperanza a quanto previsto dai decreti applicativi della Finanziaria 2007, un’applicazione web per la compilazione on-line della modulistica e per l’invio telematico della documentazione per fruire degli incentivi. Tale applicazione web – fa sapere l’Enea – sarà attiva a partire dal 30 aprile 2007.

Sul sito Enea sono dettagliatamente illustrati i commi della Finanziaria relativi al risparmio energetico e i decreti attuativi: viene specificato che la detrazione fiscale del 55% è cumulabile con altri incentivi eventualmente predisposti dagli enti locali; sono elencati i soggetti che possono fruire degli incentivi. Nel paragrafo che illustra gli interventi per i quali si può richiedere la detrazione viene evidenziato il fatto che “per gli interventi relativi a strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti) deve ancora essere pubblicato il decreto attuativo, dopo che probabilmente sarà modificata la tab. 3 di cui al comma 345 della Finanziaria”.

Per quanto riguarda la procedura per usufruire dell’agevolazione, l’Enea indica agli interessati di “incaricare un professionista abilitato alla progettazione che presenta al cliente una serie di proposte operative per ridurre le dispersioni termiche corredate da adeguata documentazione e, a fine lavori, da un attestato di certificazione energetica. Il cliente realizza gli interventi, paga il professionista e l’impresa esecutrice con un bonifico bancario o postale e conserva tutte le fatture, la certificazione energetica e l’asseverazione del professionista per eventuali controlli fiscali”.

L’ENEA sottolinea che nei casi di riqualificazione energetica al contrario delle ristrutturazioni edilizie, non è necessario inviare domanda preventiva né altra documentazione all’Ufficio delle Imposte di Pescara.

Gli unici documenti da inviare sono copia dell’attestato di certificazione o di qualificazione energetica e una scheda informativa – necessaria per il monitoraggio dell’iniziativa e riportata nell’allegato E al decreto – all’ENEA, o attraverso il sito internet www.acs.enea.it (dopo il 30 aprile 2007) ottenendo ricevuta informatica, o tramite raccomandata semplice all’indirizzo ENEA – Dipartimento Ambiente, Cambiamenti globali e Sviluppo sostenibile – Via Anguillarese 301 – 00123 Santa Maria di Galeria (Roma), specificando come riferimento: Finanziaria 2007 riqualificazione energetica.

Sono inoltre disponibili opuscoli informativi sugli interventi ammessi alle agevolazioni, e sono forniti esempi di razionalizzazione energetica dell’involucro edilizio (isolamento di pareti, coperture e pavimenti).

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet