Nel 2030 il fotovoltaico doppierà il nucleare

pubblicato il 11 set 2008 in edilizia agevolata, mercato, varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

Il mercato dell’energia solare è esploso. Alla fine dell’anno 2000 la capacità installata dei sistemi fotovoltaici di tutto il mondo era di 1.200 MW. Nel 2007 era superiore a 9,200 MW. La crescita annuale è stata di circa il 35% e ha permesso all’industria dell’elettricità solare di raggiungere un valore annuo di 13 miliardi di euro.

Secondo il quinto rapporto “Solar Generation” di Greenpeace e Epia (European Photovoltaic Industry Association), tale aumento delle attività nel settore rappresenta solo un assaggio della massiccia trasformazione che dovrebbe verificarsi nei prossimi decenni.

Nel 2030, secondo i dati Greenpeace, il 13,8% della domanda di energia elettrica globale sarà sopperita dal sole. Oltre 1800GW di pannelli solari saranno installati nel mondo e il mercato raggiungerà 452 miliardi di dollari annui con un costo della bolletta che varierà da 7 a 13 euro per kWh. Entro l’anno 2030, i sistemi fotovoltaici potrebbero generare circa 2.600 TWh di elettricità (circa il doppio di quella generata oggi dalle centrali nucleari). Ciò significa che, in 25 anni si potrebbe arrivare a soddisfare le esigenze di energia elettrica di quasi due terzi della popolazione mondiale.

L’occupazione e l’ambiente
Come il rendimento annuo del mercato del fotovoltaico potrebbe crescere fino a 281 GW, anche l’industria si trova di fronte a grandi possibilità di crescità. Basandosi sul presupposto che oltre al mercato aumentino anche i posti di lavoro per l’installazione e la manutenzione dei sistemi fotovoltaici. Si calcola che circa 10 milioni di posti di lavoro a tempo pieno saranno creati dallo sviluppo dell’energia solare. Lo sviluppo del solare avrà anche un altro importante effetto. In termini ambientali, ci sarà una riduzione annuale delle emissioni di CO2 di 1,6 miliardi di tonnellate. Questa riduzione è equivalente alle emissioni di 450 centrali elettriche.

Il ruolo politico
Sarà però necessario attuare un cambiamento nelle politiche energetiche odierne.
In primo luogo, la crescita del mercato fotovoltaico ad un livello di 281 GW entro il 2030 avverrà solo attraverso l’estensione delle migliori pratiche di sostegno, opportunamente adattate alle circostanze locali.
In secondo luogo, gli ostacoli inerenti allo sviluppo di energia solare e i quantitativi disponibili di fossili e combustibili nucleari, che attualmente penalizzano le fonti rinnovabili, dovranno essere rimossi.

Fonte: Quotidiano Ambiente Energia Sicurezza

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet