Presentato l’Osservatorio Immobiliare Fiaip

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

Lo scorso mercoledì 17 settembre, presso la Sala Montanelli del Circolo della Stampa di Milano, è stato presentato l’Osservatorio Immobiliare della Fiaip.

Lo studio della federazione degli agenti immobiliari professionali ha avuto come oggetto il monitoraggio dell’andamento del mercato del mattone relativo al primo semestre del 2003, nelle sue due sezioni: urbana e turistica.

Lo studio è stato molto ampio e articolato: si è basato su 44 tipologie di ricerca, 101 città rilevate, 2.429 quartieri, 11.278 valori immobiliari, oltre 1.000 rilevatori (agenti immobiliari Fiaip) ubicati capillarmente su tutto il territorio nazionale e dati riferiti a oltre 50.000 transazioni immobiliari.

“Per quanto riguarda i prezzi – ha dichiarato Rocco Attinà, vice presidente Fiaip e responsabile editoriale – sostanzialmente rileviamo un andamento positivo nel 61% delle città inserite nell’Osservatorio, stazionario per il 37% e una tendenza negativa nel rimanente 2%.

Con una variazione semestrale del +3,82% e annuale 1 luglio 2002 – 30 giugno 2003 del +7,42%. Le previsioni circa l’andamento dei prezzi per il secondo semestre 2003, indicano un andamento stazionario nel 66% delle città, positivo nel 27% e negativo nel rimanente 7%”.
Prendendo in considerazione il segmento delle seconde case e analizzando la rilevazione dei valori degli immobili compravenduti, Osvaldo Grandin, vice Presidente e responsabile del settore turistico-immobiliare ha evidenziato un momento di “confortevole tranquillità, con un’ottima rivalutazione generale del valore del bene, in un mercato attivo e promettente”.

I dati di Fiaip rilevano, infatti, come la notevole richiesta di immobili in molte località di villeggiatura, sia segnale di un continuo interesse e una propensione alla diversificazione degli investimenti, che riscontra nell’investimento immobiliare turistico una forma di sicurezza nella conservazione del capitale investito.

“La rivalutazione del valore immobiliare, in rapporto all’anno precedente – ha affermato Grandin -, la possiamo considerare mediamente dal 6% al 12%: in particolare si segnalano le richieste di acquisto di seconde case nelle posizioni particolari di alcune località turistiche, piazzette centrali, abitazioni con viste panoramiche sul mare, dove i prezzi hanno subito un incremento notevole, anche del 15% rispetto all’anno precedente”.

Si riscontra, poi, una notevole vivacità del mercato nelle località turistiche con una forte volontà di innovazione “motivati dalla necessità di nuovi stili e/o di seconde case edificate all’interno di strutture sportive, come campi da golf, marine, parchi tematici, che rappresentano una tipologia abitativa rivolta verso l’alta qualità dei servizi -. Spiega ancora Grandin -. Altre località che non hanno grandi aree di espansione si caratterizzano principalmente con operazioni immobiliari che rientrano nella riqualificazione dell’edilizia esistente, ricercando una riqualificazione del territorio”.

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet