Ristrutturazioni: torna l’Iva al 10%

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

Il maxiemendamento al DL 353/2003 ha sancito il ritorno al regime agevolativo fiscale per il recupero edilizio alle condizioni vigenti fino al 31 dicembre 2003.
Il tetto di spesa massima tornerà ad essere di 48mila Euro (contro i 60mila previsti dalla Finanziaria) mentre lo sgravio Irpef scenderà dal 41% al 36%.
L’Iva agevolata al 10% si potrà applicare per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, per la ristrutturazione edilizia ed i restauri o risanamenti conservativi. Gli stessi benefici si applicano per gli interventi di bonifica dell’amianto, per la messa a norma degli impianti, per le opere destinate ad evitare gli infortuni domestici, per la cablatura degli edifici e per gli interventi di contenimento dell’inquinamento acustico. Inoltre, sarà possibile detrarre il 36% del 25% del costo delle unità immobiliari acquistate da imprese che abbiano effettuato il restauro o la ristrutturazione dell’intero edificio. Grazie a queste agevolazioni, il Governo intende rilanciare il settore delle costruzioni che inizia ad evidenziare una leggera flessione, il mese scorso, infatti, il numero di richieste di agevolazione ha registrato un calo del 13,6% rispetto a gennaio 2003.

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet