Si paga l’Iva sugli immobili non ultimati

pubblicato il 11 nov 2006 in varie
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto)

La cessione di un fabbricato (sia a destinazione abitativa, sia strumentale) non ancora ultimato e ceduto dall’impresa di costruzione o di ristrutturazione è, ratione materiae, da ritenersi imponibile all’Iva. Infatti, le disposizioni contenute nel decreto legge 223/06 (dopo le modifiche introdotte dalla conversione) indicano come eccezione al regime di esenzione dall’Iva, le cessioni di fabbricati ultimati o ristrutturati da non più di quattro anni, effettuate dalle imprese di costruzione o ristrutturazione.
La norma, estendendo il concetto di fabbricato nuovo a quelli ultimati o ristrutturati da non più di quattro anni, non esclude che tra questi vi siano anche i fabbricati in corso di costruzione e quindi da ultimare.

Vota questo articolo!
Lascia un Commento
Nome (obbligatorio)
Email (obbligatorio)
Messaggio

Home | Cerca Annunci | Valutazioni gratuite | Preventivi Mutuo | Inserisci richieste | Consulenza Gratuita
Chi siamo | Cosa offriamo | Pubblicità | Condizioni di utilizzo | Privacy Policy | Contatti | Credits
Powered by WordPress
Powered by FeedBurner
clubCasa.it ® - Centrosì S.r.l. - P.IVA 04837181009 - Tribunale Roma n.1532/95
Ogni marchio registrato è di proprietà dei legittimi possessori
IQNet